Coronavirus, donna contagiata a Santa Maria Capua Vetere

Il sindaco Mirra a lavoro per ricostruire i rapporti e la rete familiare

Donna di 51 anni positiva al coronavirus: sale a quota 20 il numero dei contagiati nella città di Santa Maria Capua Vetere, la più colpita in provincia. L'unità di crisi regionale ha avvisato il sindaco Antonio Mirra circa l'esito positivo del tampone fatto ad una cittadina sammaritana. Intanto il sindaco ha immediatamente avviato la collaborazione con l'Asl ed in queste ore è al lavoro per la ricostruzione dei rapporti e della rete familiare della donna contagiata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I dati dei contagiati comune per comune

Il totale in provincia di Caserta sale a 135 casi ufficializzati tra cui 12 deceduti: 19 a Santa Maria Capua Vetere(tra cui 3 deceduti); 14 a Caserta (tra cui una deceduta, una guarita e due medici del Sant'Anna e San Sebastiano contagiati); 6 a Bellona (una poi risultata negativa alle controanalisi); 6 a Francolise; 5 a Mondragone (tra cui un deceduto ed uno risultato negativo alle controanalisi); 5 ad Aversa; 5 a Maddaloni; 5 a Cesa (di cui uno guarito); 5 a Castel Volturno (tra cui un uomo deceduto); 5 Teverola (tra cui l’ex europarlamentare Nicola Caputo); 5 a San Prisco (tra cui un deceduto); 5 a Santa Maria a Vico (tra cui un deceduto); 4 a Orta di Atella; 3 a Casagiove; 3 a Villa Literno; 3 a Gricignano; 3 a Succivo; 3 a Sant’Arpino; 3 a Santa Maria la Fossa; 2 a Marcianise (di cui una deceduta); 2 a Capua; 2 a Macerata Campania; 2 a Curti; 2 a San Tammaro; 2 a Portico di Caserta; 2 a Falciano del Massico; 2 a Vitulazio (una deceduta);1 a Carinola (deceduto); 1 a Casal di Principe (guarita); 1 a Parete; 1 a Lusciano; 1 a Capodrise, 1 a Sparanise, 1 Teano, 1 a Trentola Ducenta; 1 a Piedimonte Matese; 1 Roccamonfina (deceduto), 1 a San Cipriano d’Aversa. A questi un anziano napoletano che era ricoverato all’ospedale di Marcianise; una donna che lavorava in un’azienda nella zona industriale di Carinaro; un 86enne di Marcianise spirato dopo il ricovero in un ospedale in provincia di Milano; un 72enne casertano morto all’ospedale di Genova; una donna, residente nel napoletano e dipendente della Comdata di Marcianise; una persona dipendente del Tribunale di Napoli Nord ad Aversa; uno straniero, residente fuori regione, risultato positivo a Cellole dove si trova a casa di alcuni familiari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le nuove leve dei Casalesi con a capo il figlio del boss: 18 arresti

  • Pentito svela la 'strategia del clan': "Bloccavamo gli imprenditori di Zagaria in cambio del 10% dell'appalto"

  • False ricette per intascare i soldi dall'Asl Caserta: chiuse le indagini per 14 persone

  • Le confessioni in carcere del rampollo: “10mila euro al mese al padre ergastolano. Ha incontrato Zagaria a Modena”

  • Tragedia al ritorno dal mare: muore 19enne, grave il fratello

  • Salvini torna a Mondragone e stavolta trova sorrisi, mozzarelle e dolci: "Cacciare bulgari fuorilegge" | FOTO

Torna su
CasertaNews è in caricamento