menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, De Luca chiude palestre, piscine e centri benessere. Tampone positivo a Piedimonte

Il governatore firma un'ulteriore ordinanza per contenere la diffusione del Covid-19. Intanto primo caso positivo anche a Piedimonte Matese: il numero dei contagiati sale a quota 20

Continuano ad arrivare provvedimenti per cercare di contenere la diffusione del coronavirus in Campania. Il numero dei contagiati residenti in provincia di Caserta intanto è salito a quota 20: 5 a Bellona, 4 a Santa Maria Capua Vetere, 2 a Mondragone (tra cui una persona deceduta e risultata positiva al tampone post mortem), 2 a Sant'Arpino, uno a CasertaCasal di Principe, CesaPareteSanta Maria a Vico e San Prisco (la 80enne morta dopo il ricovero in ospedale è risultata 'positiva) e Piedimonte Matese. A questi vanno aggiunti un anziano napoletano, ricoverato dal 2 marzo all'ospedale di Marcianise e risultato positivo al test, ed il dipendente, sempre dell'hinterland napoletano, di un'azienda della zona industriale di Carinaro.

Tutti gli aggiornamenti sul coronavirus in provincia di Caserta

Il governatore chiude palestre, piscine e centri benessere

Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha firmato in queste ore un'ordinanza riguardante ulteriori misure per la prevenzione e la gestione dell'emergenza epidemiologica da Covid-19, contenente inoltre obblighi di isolamento domiciliare per i soggetti rientrati in Campania dalla Lombardia e dalle province della cosiddetta "zona rossa". Disposta infatti fino al 3 aprile la chiusura di piscine, palestre e centri benessere. Obbligati i concessionari di servizi di trasporto aereo, ferroviario e autostradale ad acquisire e mettere a disposizione delle forze dell’ordine e dell’Unità di Crisi reionale i nominativi dei viaggiatori relativamente alle tratte provenienti da Milano o dalle province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio nell’Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti, Verbano-Cusio-Ossola, Padova, Vercelli, Treviso e Venenzia. Inoltre i soggetti provenienti dalla "zona rossa" dovranno obbligatoriamente comunicare il proprio rientro in Campania al proprio Comune e al proprio medico di famiglia; osservare l’isolamento domiciliare per 14 giorni, non effettuare spostamenti e viaggi e rimanere raggiungibili per ogni eventuale attività di sorveglianza.

Primo tampone positivo a Piedimonte Matese

Intanto primo contagiato anche a Piedimonte Matese. A renderlo noto è stato il sindaco Luigi Di Lorenzo, in attesa del riscontro dallo Spallanzani. "Il cittadino risultato positivo al tampone è attualmente in isolamento domiciliare in un altro comune. Sta bene ed è controllato. Siamo in contatto continuo con i sindaci dei comuni vicini ai quali va il mio ringraziamento".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento