menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, 108 nuovi contagi in 24 ore in Campania. C'è anche un bambino di 6 anni

Il piccolo sottoposto a test dopo che i genitori erano risultati positivi. Certificato anche un 70enne di Teano che era ricoverato all'ospedale di Sessa Aurunca

Oltre cento casi di coronavirus in un giorno. Sono quelli registrati oggi in regione Campania. L'Unità di Crisi ha comunicato che nella serata sono stati esaminati presso il centro di riferimento dell'ospedale Cotugno 182 tamponi di cui 26 risultati positivi; presso il centro di riferimento dell'ospedale Ruggi d'Aragona 48 tamponi di cui 4 risultati positivi; presso il centro di riferimento dell'ospedale San Paolo 39 tamponi di cui 9 risultati positivi;presso il centro di riferimento della Federico II 48 tamponi di cui 4 risultati positivi; presso il centro di riferimento dell'Ospedale Sant'Anna 61 tamponi dei quali nessuno risultato positivo; presso il centro di riferimento dell'ospedale Moscati 40 tamponi di cui 8 positivi. Questi 51 si vanno ad aggiungere ai 67 già certificati nel pomeriggio, per un totale di 109 nuovi casi in 24 ore: per tutti si attende la conferma ufficiale da parte dell'Istituto Superiore di Sanità.  In totale in regione Campania risultano ad oggi 749 casi di coronavirus.

Primo bambino contagiato nel casertano. Un caso anche a Teano

C’è il primo bambino positivo al coronavirus in provincia di Caserta. Si tratta di un bimbo di 6 anni di Orta di Atella, figlio di una coppia che era stata già sottoposta al test e che era risultata positiva. Il piccolo sta bene. In serata confermata la positività anche di un uomo che era stato ricoverato all’ospedale di Sessa Aurunca con sintomi: ha 70 anni ed è residente a Teano. I numeri in provincia di Caserta sono in aumento. Sono 92 quelli certificati al 19 marzo: 7 persone risultate positive al Covid-19 sono decedute. Tutte avevano problematiche pregresse.

Fermati e messi in quarantena a Santa Maria a Vico

Rispetto all’emergenza Covid-19 la situazione a Santa Maria a Vico vede 4 pazienti risultati positivi (di cui 2 ricoverati presso l’ospedale di Caserta; 1 in quarantena presso la residenza di parenti a Napoli; 1 in quarantena presso la propria residenza a Santa Maria a Vico). Nella giornata odierna, l’ASL ha provveduto a comunicare l’esito di 4 tamponi effettuati su cittadini di Santa Maria a Vico, risultati tutti negativi. Nello stesso tempo ha informato il Comune che venerdì sarà tolto l’obbligo di quarantena a tutte le persone che avevano avuto contatto con il paziente 1. Si rimanda alla giornata di venerdì, invece, l’esito di 8 tamponi effettuati a tutti i parenti stretti dei concittadini che in questi giorni sono risultati positivi. Il sindaco Andrea Pirozzi ha affermato: “Le notizie che ci sono giunte oggi dall’ASL sono positive ma non abbassiamo la guardia perché queste saranno settimane cruciali. Non mi stancherò mai di ripeterlo: restiamo a casa. Coloro che saranno trovati in strada senza alcuna motivazione saranno verbalizzati. Oggi io e gli agenti della polizia municipale abbiamo fermato circa 20 persone. Di queste, la maggior parte era in possesso di una regolare autodichiarazione per lo svolgimento delle attività di necessità; al contrario, alcune persone, che non hanno mostrato ragioni valide per giustificare la loro presenza in strada, sono state denunciate e poste in quarantena obbligatoria per 14 giorni”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Tasso positività schizza al 14%, nel casertano 276 nuovi casi

  • Attualità

    Ergastolo ostativo cancellato. "Così la camorra ha vinto"

  • Cronaca

    Contagi troppo alti, scuole chiuse un'altra settimana

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento