Contagiata famiglia di 6 persone, l'allarme del sindaco: "Troppi ritardi"

Il primo cittadino lancia l'allarme: "Chiesti tamponi, anche per casi sintomatici, dopo diversi giorni dell’individuazione del primo caso"

Il sindaco di Sparanise, Salvatore Martiello, ha parlato attraverso i social della situazione Covid-19 nella città che amministra e si è detto molto preoccupato "per il focolaio riguardante un'intera famiglia, che conta ad oggi ben 6 casi positivi. E' difficile ricostruire una catena dei contatti precisa. La cosa ha costretto a chiedere tamponi, anche per casi sintomatici, dopo diversi giorni dell’individuazione del primo caso. Il ritardo nel censimento dei contatti potrebbe portare ad un aumento dei casi positivi, si spera limitato". Il primo cittadino sottolinea che "sono stati effettuati più di 50 tamponi e si è preferito lavorare sulla catena dei contatti, sui tamponi, e attendere i relativi esiti prima di diffondere notizie parziali” ha spiegato il primo cittadino.

"In totale ad oggi abbiamo 11 casi positivi tutti nati da 2 focoloai esterni al nostro territorio, contratti in ambito lavorativo e tutti da adulti - ha concluso -. Ad ulteriore dimostrazione della facilità di propagazione della pandemia e della inutile ed ingiusta gogna alla quale sono stati e spesso vengono sottoposti i giovani. Dovremo abituarci a convivere con la prossimità del virus adottando tutte le precauzioni possibili".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Lotta ai furbetti senza assicurazione e collaudo, ecco 4 telecamere | FOTO

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Imprenditore casertano ubriaco alla guida uccide 37enne

  • La confessione del magistrato: "Volevo arrestare Maradona per un traffico di droga tra Caserta e Napoli"

Torna su
CasertaNews è in caricamento