Torna l'incubo coronavirus a Recale. "E' un giovane rientrato dall'estero"

Il sindaco è stato informato dall'Asl: "Ma attualmente non è in città, i familiari già messi in isolamento"

Torna l'incubo coronavirus a Recale. A confermalo è il sindaco Raffaele Porfidia che pochi minuti fa è stato informato dall'Asl di Caserta, distretto di Marcianise, che un giovane residente a Recale è risultato essere positivo al Covid-19.

"Si tratta di un giovane che è “rientrato da una vacanza estera” ma attualmente il nostro concittadino non si trova a Recale - ha detto Porfidia -. L’Asl ha fatto sapere che i familiari e gli altri contatti stretti sono stati identificati e messi in isolamento. Si invita alla scrupolosa osservanza delle prescrizioni già fornite a livello ufficiale dalle Istituzioni e ampiamente diffuse da questa amministrazione, richiamando la cittadinanza al più rigoroso rispetto del senso civico. In particolare, si chiede ai giovani di fare attenzione perché con il Covid non c’è da scherzare, si rischia di mettere a repentaglio tutti noi, gli affetti più cari e di vanificare tutti gli sforzi fatti da questa amministrazione comunale e dai cittadini di Recale sul controllo del Covid".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un casertano 'firma' la nuova stazione della metro di New York

  • E' ufficiale: Campania in zona gialla. Confermate le restrizioni per il week-end

  • Giovanni a 6 anni debutta su Rai 1 nella fiction ‘Mina Settembre’

  • Blitz di Luca Abete, scoperta scuola che offre punteggio ai prof in cambio di soldi I VIDEO

  • L'abbandono, poi le lacrime e l'abbraccio: 'C'è Posta per Te' riunisce padre e figlio del casertano

  • Muore improvvisamente ed i carabinieri scoprono la casa a luci rosse

Torna su
CasertaNews è in caricamento