Guardia giurata dell'ospedale positiva al Covid-19: moglie e figlio in attesa del tampone da una settimana

Onorato: "Sono esposti al contagio e per loro lo smart working non è possibile. Serve tutela"

“A chi spetta tutelare la Salute delle Guardie Giurate in piena emergenza Covid-19?”. Se lo chiede in una nota il coordinatore cittadino dei Circoli Insieme per il Meridione Michele Onorato. “Anche le guardie giurate si ammalano di Covid-19. Un caso si è registrato all'ospedale Giuseppe Moscati di Aversa dove una guardia giurata da giorni è a casa in isolamento domiciliare una volta ricevuto l'esito del tampone. Ma incredibilmente da più di una settimana la moglie e i suoi bambini stanno ancora aspettando che l'Asl li sottoponga a tampone”. 

Onorato sottolinea che “le guardie giurate che svolgono un lavoro di pubblica utilità e per la tipologia dei loro servizi non possono rimanere a casa. Per questo faccio un appello al presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca che fino ad ora ha dimostrato sensibilità per la salute pubblica dei cittadini campani con le sue restrizioni ai direttori delle Asl, alle Prefetture ed alle segreterie regionali di Cgil, Cisl e Uil di interfacciarsi e sottoscrivere un protocollo per garantire che in piena emergenza Covid-19  le  guardie giurate facciano solo 8 ore per la tutela della salute”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un casertano 'firma' la nuova stazione della metro di New York

  • E' ufficiale: Campania in zona gialla. Confermate le restrizioni per il week-end

  • Giovanni a 6 anni debutta su Rai 1 nella fiction ‘Mina Settembre’

  • Muore improvvisamente ed i carabinieri scoprono la casa a luci rosse

  • Caserta perde un pezzo di storia, "Dischi Sgueglia" chiude dopo 65 anni

  • La Dea bendata bacia il casertano: vinti 100mila euro

Torna su
CasertaNews è in caricamento