Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Positivi a quota 123, il sindaco: "Non aspettiamo i sintomi per curare i contagiati"

D'Andrea lancia un appello ai medici per frenare la diffusione del Covid-19 e poi annuncia: "Ora servono scelte forti, impopolari e drastiche"

Per ogni guarito c'è circa un positivo e mezzo al giorno; e la maggior parte dei casi si propagano in famiglia. Sono questi gli aggiornamenti sul fronte del coronavirus che arrivano dal comune di Teano.

Attualmente la comunità sidicina conta ben 123 contagiati da Covid-19 ed il sindaco Dino D'Andrea, preoccupato, lancia un appello a tutti i medici: "Somministriamo la terapia quanto prima, non aspettiamo l’evoluzione dei sintomi in quanto non c’è allo stato attuale possibilità di ricovero; i malati di sub intensiva sono troppi". Poi l'invito ai giovani ed ai loro genitori: "Evitate di uscire (e di farli uscire!) e di riunirvi in piazze e locali anche prima delle 18 - ha affermato il sindaco D'Andrea - Avete dimostrato sempre tanta responsabilità ma stavolta serve uno sforzo ulteriore".

Intanto la curva epidemiologica continua a salire. E il primo cittadino di Teano non esclude la possibilità di introdurre nuove misure restrittive. "Dietro questi numeri non ci sono statistiche ma occhi e volti di amici, familiari, conoscenti. Allora viene istintivo pensare al sorriso di prima e l’asfissia del Covid, ai progetti di prima ed alla semplice volontà di sopravvivere. Ora servono scelte forti, impopolari e drastiche".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Positivi a quota 123, il sindaco: "Non aspettiamo i sintomi per curare i contagiati"

CasertaNews è in caricamento