Un doppio cluster da 59 contagiati in pochi giorni, il sindaco fa chiarezza sui numeri

"29 fanno riferimento ad una struttura (per anziani); 14 ad una famiglia"

Il sindaco Emilia Delli Colli

Un doppio focolaio di contagi da Covid-19 che ha portato il sindaco ad adottare misure stringenti fino al 31 gennaio. Emilia Delli Colli, primo cittadino di Rocca d’Evandro, ha deciso di fare chiarezza sui numeri del contagio da coronavirus che hanno avuto un’impennata a ridosso di Capodanno.

“Nell’aggiornamento del 31 dicembre - spiega la sindaca - venivano riportati dall’Asl Caserta 29 casi positivi giornalieri, tutti riconducibili ad un unico focolaio circoscritto in una struttura del nostro comune, incrementando il numero delle persone attualmente positive a 46. Nel bollettino del 2 gennaio, si riportava un incremento di 30 persone positive, 14 delle quali riconducibili ad un unico cluster familiare (riconducibili al funerale a ridosso di Natale, nda), portando il numero degli attuali positivi a 76”.

Rispetto a questi numeri, però, la sindaca chiarisce che “27 persone non sono residenti nel nostro comune” e che “per esigenze personali stanno rispettando la quarantena domiciliare qui”. Delli Colli sottolinea che “l’amministrazione comunale intende esprimere un sentimento di profondo cordoglio per tutte le famiglie colpite da una prematura scomparsa dei propri cari e rivolge, invece, un augurio di pronta guarigione a tutti i concittadini colpiti dal virus”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ufficiale: Campania in zona gialla. Confermate le restrizioni per il week-end

  • Giovanni a 6 anni debutta su Rai 1 nella fiction ‘Mina Settembre’

  • L'abbandono, poi le lacrime e l'abbraccio: 'C'è Posta per Te' riunisce padre e figlio del casertano

  • Blitz di Luca Abete, scoperta scuola che offre punteggio ai prof in cambio di soldi I VIDEO

  • Muore improvvisamente ed i carabinieri scoprono la casa a luci rosse

  • Un boato in pieno coprifuoco: bomba esplode davanti a tabacchi

Torna su
CasertaNews è in caricamento