Cronaca

Vacanze, cerimonie e campi estivi: così i casi di Covid sono aumentati

Il centro più colpito è Caserta, seguito da Teano, Aversa e Castel Volturno. Ci sono ancora 36 comuni ‘free’

La risalita del Covid in provincia di Caserta è costante, ma, almeno per il momento, non ci sono picchi che fanno preoccupare più di tanto i vertici dell’Asl che stanno monitorando da vicino l’evoluzione della pandemia.

Aiutati anche da una campagna vaccinale che ha raggiunto già 600mila persone (l’80% ha ricevuto anche la seconda dose), la situazione resta ancora sotto controllo, soprattutto perché, per il momento, la maggior parte dei contagiati si trova in isolamento domiciliare senza necessità di ricorrere alle cure ospedaliere. E questo aiuta, tanto.

VACCINI SENZA PRENOTAZIONE, ECCO DOVE FARLI IN PROVINCIA DI CASERTA

I centri già colpiti dall’ondata estiva in Terra di Lavoro sono Caserta (92), Teano (41), Aversa (34), Castel Volturno (34), Marcianise (24), Orta di Atella (24), Trentola Ducenta (17), Maddaloni (16), Santa Maria Capua Vetere (16), San Cipriano (16), San Marcellino (15), Casal di Principe (14), San Nicola la Strada (13), Sant’Arpino (11), Villa di Briano (11), Ruviano (10). I nuovi casi sono legati in particolare al ritorno dalle vacanze all’estero (soprattutto i più giovani) ed a casi particolari, come il cluster di Teano, legato a due cerimonie con positivi. O come Caserta dove s’è sviluppato un focolaio in un campo estivo.

Fa ben sperare il fatto che ci siano ancora 36 comuni della provincia di Caserta ‘Covid free’. Nell’ultimo mese, invece, i decessi di persone affette dal virus sono stati 13.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vacanze, cerimonie e campi estivi: così i casi di Covid sono aumentati

CasertaNews è in caricamento