Coronavirus, contagiati due ragazzi a Caserta. Nuovo caso a Casaluce

Scoppia il caos sulla festa in un bar a Sparanise. Magliocca: "Tampone per tutti i ragazzi che si sono segnalati". Il titolare: "Test tutti negativi"

Aumentano i contagi

Continuano a salire i casi di Coronavirus in provincia di Caserta. Nelle ultime ore sono stati ufficializzati altri contagi a Caserta ed a Casaluce. 

I contagi a Caserta

Nel Capoluogo sono risultati positivi un ragazzo di 28 anni ed una  ragazza di 20 anni, entrambi rientrati dalle vacanze in Sardegna. In città si arriva così a quota 13 dopo gli undici casi già confermati dal sindaco Carlo Marino che ha parlato di "tanti giovani positivi" rientrati in città dalle ferie. 

Nuovo positivo a Casaluce

E' di pochi minuti fa, invece, la notizia di un nuovo positivo anche a Casaluce. A darne conferma è stato il sindaco Antonio Tatone. "Si sta provvedendo a ricostruire la filiera dei contatti unitamente al personale dell’Asl - fa sapere Tatone - Diverse persone e nuclei familiari entrati in contatto con i casi positivi e sottoposti a tamponi sono risultati negativi, mentre nella mattinata odierna altre persone sono state sottoposte a tampone e siamo in attesa degli esiti".

Tampone per i ragazzi dopo la festa

Intanto, scoppia il caso della festa in un bar di Sparanise alla quale avrebbe partecipato, lo scorso 13 agosto, uno dei ragazzi rientrati dalla Grecia e risultati positivi al Coronavirus. Lo conferma il sindaco di Pignataro Maggiore Giorgio Magliocca. "In accordo con i sindaci dell'agro caleno, ho sentito il direttore generale dell'Asl di Caserta per velocizzare le operazioni di esecuzione dei tamponi a tutti quei ragazzi che si sono segnalati all'azienda sanitara, attraverso il medico curante, per aver partecipato alla serata del 13 agosto presso un bar di Sparanise - dice Magliocca -  Il Direttore Russo, nell'accogliere la richiesta, ci ha dato rassicurazioni comunicando che sta programmando la venuta di un camper, probabilmente già per lunedì prossimo, presso una piazza di Sparanise o di un altro comune dell'agrocaleno, dove verranno eseguite tutte le procedure del caso".

Il titolare del bar: "Esami svolti e tutti negativi"

Il Glitter Caffè di Sparanise, attraverso il suo legale, l'avvocato Salvatore Piccolo, ha fatto sapere di non aver mai subito alcun provvedimento amministrativo restrittivo da parte delle Autorità locali o Regionali. D’altra parte il locale, che è un lounge bar, senza somministrazione di alimenti al pubblico, è in perfetta regola con tutte le norme in materia ed il titolare, il Annibale Cucinella, adotta anche regole di cautela ulteriori rispetto a quelle locali. Per questo dopo la diffusione, da parte delle Autorità locali, di notizie che avrebbero visto la presenza di un giovane di Roccamonfina contagiato all’interno del lounge bar, il titolare, di sua iniziativa ha proceduto ad esami Covid ematici presso la clinica “Villa Fiorita”, a tale esame si sono sottoposti volontariamente tutti i partecipanti alla serata (almeno quelli di cui il proprietario era a conoscenza delle generalità) che ha visto il giovane di Roccamonfina, tutti i dipendenti del Glitter e tutti i familiari del titolare. I risultati degli esami ematici , resi noti poche ore fa, hanno tutti determinato la negatività al Covid 19, nessun esame, si ripete, ha dato esito positivo. Non si vede quindi il motivo di tanto allarmismo nei confronti dell’impresa commerciale che gestisce il locale Glitter ed anche un supermercato a Sparanise, entrambi locali recentemente e nuovamente sanificati in maniera approfondita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vince il concorso ma rinuncia al lavoro in Comune a tempo indeterminato

  • Klaus Davi fa ballare la techno al figlio di Sandokan per pubblicizzare il nuovo libro | VIDEO

  • Nel casertano un salvadanaio da 2,4 milioni di euro depositati alle Poste

  • Vincita da 10mila euro: festa in ricevitoria

  • Ex carabiniere si lancia con l'auto contro la caserma: fermato

  • Lutto a scuola, muore professoressa di 56 anni

Torna su
CasertaNews è in caricamento