Assessore positivo al Covid-19, contagiata anche la cognata del sindaco

Quattro nuovi casi di coronavirus: tampone positivo anche per Rosy Caparco. E Lombardi riattiva il servizio di consegna dei farmaci a domicilio

L'assessore Rosy Caparco positiva al coronavirus

Il coronavirus non allenta la presa sulla provincia di Caserta. Aumentano i contagi nel comune di Calvi Risorta, dove 4 cittadini sono risultati positivi al tampone. Tra questi vi sono la cognata del sindaco e l'assessore alle Politiche sociali, Rosy Caparco. A renderlo noto è stato il sindaco Giovanni Lombardi che ha affermato: "L'assessore Caparco, a titolo precauzionale, si è prudentemente isolata da molti giorni vista l'insorgenza dei primi sintomi sospetti. Gli amministratori, i dipendenti comunali ed i dirigenti tutti saranno lieti di riprendere a lavorare con lei, appena sarà nuovamente operativa". 

"Sto trascorrendo questo periodo di quarantena con il mio fidanzato, in quanto entrambi già positivi al tampone antigenico, a cui ci siamo sottoposti appena sono comparsi i primi sintomi - ha fatto sapere l'assessore Rosy Caparco - Ancor prima di effettuare il tampone molecolare avevamo già provveduto a delineare la rete dei nostri contatti e tutti si sono sottoposti al tampone, rispettando l’isolamento fiduciario. Voglio tranquillizzare chi mi dava per paziente gravissima. Fortunatamente non è così. Sto bene, anzi stiamo bene. Contestualmente, anche mia madre si è sottoposta al tampone molecolare per essere stata contatto di due positivi a lavoro, fortunatamente è risultata negativa ma sta continuando la sua quarantena". Poi l'appello, indirizzato soprattutto ai giovani: "Stiamo attenti il più possibile, evitiamo assembramenti e indossiamo sempre la mascherina - ha detto l'assessore Caparco - perché per quanto possano essere sintomi lievi, rispetto a chi sfortunatamente si trova in una terapia intensiva, questo virus non è molto simpatico".

Si aggrava dunque il bilancio dei contagi a Calvi Risorta, nonostante l'avvenuta guarigione di due cittadini precedentemente positivi: il numero dei contagiati attuali sale a quota 20. Vista l’elevata diffusione del contagio molte famiglie si trovano nell‘impossibilità di approvvigionamento di farmaci. Ed è per questo che in accordo con la Protezione civile, è stato nuovamente ripristinato il servizio di consegna dei farmaci a domicilio. "I numeri a cui chiamare sono 389 5256006 e 339 271 1256 - ha spiegato il sindaco Lombardi - Si può chiamare dalle 8.30 alle 13.30 ed il medicinale sarà consegnato nello stesso pomeriggio o al mattino seguente. Riteniamo che, in una fase come questa, sia estremamente importante che il cittadino percepisca la vicinanza delle istituzioni e non si senta abbandonato". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vince il concorso ma rinuncia al lavoro in Comune a tempo indeterminato

  • Klaus Davi fa ballare la techno al figlio di Sandokan per pubblicizzare il nuovo libro | VIDEO

  • Nel casertano un salvadanaio da 2,4 milioni di euro depositati alle Poste

  • Vincita da 10mila euro: festa in ricevitoria

  • Ex carabiniere si lancia con l'auto contro la caserma: fermato

  • Lutto a scuola, muore professoressa di 56 anni

Torna su
CasertaNews è in caricamento