Coronavirus, nuovi 'positivi' a Santa Maria a Vico e Castel Volturno

Altri 3 casi positivi: il bilancio in provincia arriva a quota 62

Aumentano ancora i casi positivi da coronavirus in provincia di Caserta. Dopo i nuovi test effettuati all’ospedale Cotugno di Napoli, sono giunte ulteriori comunicazioni ai sindaci di Santa Maria a Vico e Castel Volturno di nuovi casi di contagio. 

Il sindaco di Santa Maria a Vico Andrea Pirozzi, appena presa la notizia, ha convocato il Coc (Centro operativo comunale) per attuare tutti i provvedimenti necessari. I due nuovi casi si aggiungono al paziente già contagiato nei giorni scorsi.

Si è raggiunta quota 3 anche a Castel Volturno. A confermarlo è il sindaco Luigi Petrella. Attualmente a Castelvolturno sono stati riscontrati tre casi di coronavirus: la donna di Mondragone ricoverata presso la struttura sanitaria di Pineta Grande, trasferita alla struttura ospedaliera del Cotugno; una coppia di coniugi, il marito di ritorno da Milano per lavoro e la moglie che soggiornava con il padre di lui. Tutti e tre sono stati posti in quarantena presso la propria abitazione in località Pinetamare e sono costantemente monitorati dal presidio operativo dell’Asl. Anche per il padre è stato predisposto dall’ASL la richiesta di eseguire il tampone, che sarà effettuato in giornata”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il conteggio totale in provincia di Caserta arriva a quota 62: 17 a Santa Maria Capua Vetere (tra cui uno deceduto), 5 a Bellona (una poi risultata negativa alle controanalisi); 5 a Mondragone (tra cui un deceduto ed uno risultato negativo alle controanalisi); 3 a Villa Literno; 3 a Santa Maria a Vico; 2 a Sant’Arpino; 2 ad Aversa; 2 a Castel Volturno; 2 a San Prisco (tra cui un deceduto); 2 a Falciano del Massico; 2 a Casagiove; 2 a Caserta; 2 a Francolise; 2 a Cesa; 1 a Marcianise; 1 a Capua; 1 a Casal di Principe; 1 a Orta di Atella; 1 a Parete; 1 a Lusciano; 1 a Vitulazio; 1 a Portico di Caserta; 1 a Capodrise; 1 a Curti; 1 a San Tammaro. A questi vanno aggiunti un anziano napoletano che era ricoverato all’ospedale di Marcianise ed una donna che lavorava in un’azienda nella zona industriale di Carinaro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio nel cuore di Caserta: uccide la mamma poi si costituisce

  • Sorpreso con la motosega nel bosco, sequestrati 40 quintali di legna | FOTO

  • L'omicidio del corso: Rubina uccisa dal figlio a coltellate nella notte

  • Sparatoria alla Bnl, fermata la banda di rapinatori

  • Zagaria intercettato in carcere dopo aver chiesto una detenzione 'più soft' al capo del Dap

  • Cena finisce in tragedia: uccide l’amico con una coltellata al petto

Torna su
CasertaNews è in caricamento