rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca

Nel casertano 1050 positivi ogni 100mila residenti nell'ultima settimana

Il dossier della fondazione Gimbe fotografa un trend stabile. In Campania aumentano i ricoveri nei reparti ordinari

Resta stabile l'incidenza dei nuovi casi di coronavirus per 100mila abitanti in provincia di Caserta. E' quanto emerge dal dossier settimanale della fondazione Gimbe relativo al periodo dal 23 al 29 marzo. 

Nel casertano, stando ai dati riferiti nel report, nell'ultima settimana si sono registrati 1050 positivi per 100mila abitanti, con una variazione percentuale di -1,1% rispetto alla settimana precedente (1062). In Campania tutte le province, ad eccezione di Napoli (863) fanno registrate una media a 100mila abitanti superiore ai 1000 positivi: Avellino (1457), Benevento (1272), Salerno (1011). Solo Benevento e Salerno, però, registrano una variazione in aumento rispetto a sette giorni fa. 

In Campania, i casi attualmente positivi per 100mila abitanti si attestano a 2833, con una variazione di +5,5% rispetto alla settimana precedente. Torna sopra il livello di allerta l'indice dei ricoveri di pazienti Covid nei reparti (17,2%) mentre l'occupazione dei posti letto nelle terapie intensive si attesta al 6,7%, ben al di sotto della soglia critica fissata al 10%. 

Il monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe rileva nella settimana 23-29 marzo 2022, rispetto alla precedente, una sostanziale stabilità dei nuovi casi (504.487 vs 502.773, pari a +0,3%) e dei decessi (953 vs 924, pari a +3,1%, di cui 64 riferiti a periodi precedenti. In aumento i casi attualmente positivi (1.266.878 vs 1.200.607, +66.271, pari a +5,5%), le persone in isolamento domiciliare (1.256.651 vs 1.191.183, +65.468, pari a +5,5%), i ricoveri con sintomi (9.740 vs 8.969, +771, pari a +8,6%) e le terapie intensive (487 vs 455, +32, pari a +7%). 

Gimbe 1-5

"Dopo due settimane di netto incremento- dichiara il presidente della Fondazione Gimbe, Nino Cartabellotta- i nuovi casi settimanali sembrano essersi stabilizzati intorno a quota 500mila, con un incremento dello 0,3% e una media mobile a 7 giorni che rimane ferma intorno ai 72mila casi. Tuttavia, in questo momento è difficile fare previsioni, sia per l'eterogenea situazione a livello regionale, sia perché nelle grandi regioni del nord, dove risiede oltre un terzo della popolazione italiana, non si vedono al momento segnali di consistente circolazione virale".

Dopo sei settimane consecutive si arresta il caso dei decessi: 953 negli ultimi 7 giorni (di cui 64 riferiti a periodi precedenti), con una media di 136 al giorno rispetto ai 132 della settimana precedente.

Gimbe 2-6

Al 30 marzo (aggiornamento ore 06.18) l’85,6% della popolazione (n. 50.723.408) ha ricevuto almeno una dose di vaccino (+20.976 rispetto alla settimana precedente) e l’83,9% (n. 49.744.767) ha completato il ciclo vaccinale (+56.309 rispetto alla settimana precedente. In ulteriore calo nell’ultima settimana il numero di somministrazioni (n. 302.123), con una media mobile a 7 giorni di 43.160 somministrazioni/die: si riducono del 14,1% le terze dosi (n. 233.722) e del 21,9% i nuovi vaccinati (n. 14.697). Al 30 marzo sono ancora 6,94 milioni le persone che non hanno ricevuto nemmeno una dose di vaccino, di cui 2,51 milioni protette solo temporaneamente in quanto guarite da Covid-19 da meno di 180 giorni. Di conseguenza, le persone attualmente vaccinabili sono circa 4,43 milioni, un dato che continua a non tener conto delle esenzioni di cui non si conosce il numero esatto.

vaccini gimbe-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel casertano 1050 positivi ogni 100mila residenti nell'ultima settimana

CasertaNews è in caricamento