menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Avviata la sanificazione dei palazzi Cirio a Mondragone

Avviata la sanificazione dei palazzi Cirio a Mondragone

I positivi nella ‘zona rossa’ diventano 29 ma sono quasi tutti asintomatici

Solo un uomo è stato costretto a ricorrere alle cure dell’ospedale

Il numero di tamponi positivi al Covid-19 tra i residenti dei Palazzi Cirio, la 'zona rossa' di Mondragone, continua a salire. Su 584 tamponi finora processati, sono 29 le positività riscontrate a questa mattina, un numero che comprende anche i due casi iniziali ed oltre agli occupanti dei Palazzi Cirio e zone limitrofe. Nei nuovi contagi monitorati rientra anche una cittadina di Mondragone che non risiede nella ‘zona rossa’. Fortunatamente le condizioni di salute dei nuovi contagiati sono buone: se si esclude il primo caso, quello relativo al cittadino bulgaro che nei giorni scorsi si è recato all’ospedale di Sessa Aurunca con un forte stato febbrile ed insufficienza respiratoria, si registra al momento una asintomaticità quasi totale tra coloro che sono risultati positivi al coronavirus.

Nelle prossime ore, comunque, il quadro sanitario sarà complessivo: il personale dell’Unità operativa Prevenzione Collettiva dell’Asl di Caserta arriverà ad effettuare il test complessivamente a quasi 700 persone e questo permetterà di avere un quadro chiaro della situazione nella zona rossa dei Palazzi Cirio. I numeri serviranno anche al presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca per poter assumere le future decisioni visto che il provvedimento relativo al cordone sanitario di una zona di Mondragone scadrà il prossimo 30 giugno. Intanto da questa mattina è stata avviata anche la sanificazione della zona interessata dal provvedimento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Attrice casertana sbarca in Rai col 'Commissario Ricciardi' | FOTO

Attualità

Incubo ‘zona rossa’ per una trentina di comuni casertani

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento