rotate-mobile
Cronaca

Coronavirus, 101 positivi in Campania. Cinque casi a Santa Maria Capua Vetere: in ospedale un'altra donna

In provincia di Caserta due morti col tampone positivo. Il sindaco del Capoluogo ai genitori: "Tenete a casa i vostri figli". Stop anche a pub e centri scommesse. Sospesi matrimoni e funerali

I contagiati in regione Campania sfondano la quota 100. "L'Unità di Crisi della Protezione civile della Regione Campania - si legge in una nota - comunica che nella mattinata di oggi sono stati esaminati 68 tamponi presso il centro di riferimento dell'ospedale Cotugno. Di questi 12 sono risultati positivi. Come per tutti gli altri, si attende la conferma ufficiale da parte dell'Istituto Superiore di Sanità. Il totale dei positivi in Campania è 101”. Tra questi ci sono anche i casertani: 5 a Bellona e Santa Maria Capua Vetere (uno dei quali lavora a Piedimonte Matese); 2 a Mondragone (di cui uno deceduto) e Sant’Arpino; gli altri a Caserta, Cesa, Casal di Principe, Parete, Santa Maria a Vico e San Prisco (quest’ultima è una donna poi deceduta all’ospedale di Caserta). A questi vanno aggiunti un anziano napoletano, ricoverato dal 2 marzo all'ospedale di Marcianise e risultato positivo al test, e la dipendente, sempre dell'hinterland napoletano, di un'azienda della zona industriale di Carinaro.

Un’altra donna di Santa Maria Capua Vetere al Cotugno

A confermare anche il quinto caso positivo, quello legato alla moglie del secondo paziente di Santa Maria Capua Vetere il cui tampone aveva dato esito positivo nei giorni scorsi, è stata l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Antonio Mirra. “Sono 5 i casi positivi, in due nuclei familiari, adesso a Santa Maria Capua Vetere - si legge - Alla moglie del cittadino primo caso in città, si sono aggiunti il figlio e la moglie del cittadino risultato secondo in città. Rispetto a questi ultimi, il figlio è attualmente asintomatico in casa, mentre la moglie, per la quale è stato disposto ieri sera il ricovero, si trova attualmente al Cotugno”.

Appello del sindaco di Caserta ai cittadini: “Tenete a casa i vostri figli”

Il sindaco del Capoluogo Carlo Marino ha lanciato un appello diretto ai suoi concittadini: “Tenete a casa i vostri figli. Ieri sera ho sentito troppi casi di ragazzi che si assembravano fuori ai locali. Ve lo dico da padre e sono sempre molto attento a fare provvedimenti che cambiano la nostra quotidianità, ma oggi non voglio sentire giustificazioni. Li dovete tenere a casa, altrimenti li accompagnate ad un possibile contagio di coronavirus. Noi non dobbiamo permetterlo. Interverremo con la polizia locale, ci sarà anche un servizio interforze. Se ne prossimi 10 giorni saremo rigidi, potremo salvarci da questa infezione”.

Non solo palestre e piscine: chiusi anche pub e centri scommesse. Stop a matrimoni e funerali

In attesa di ulteriori che potrebbero essere adottato dal presidente della Regione Campania Vincenzo  De Luca nei confronti di ristoranti, bar e locali, da oggi è ufficialmente in vigore il decreto del presidente del consiglio dei ministri Giuseppe Conte che chiude non solo palestre, piscine e centri benessere, ma anche pub, centri scommesse e sale bingo. Chi sarà trovato aperto rischia la sospensione dell’attività e multe molto salate. Inoltre sono sospesi anche i matrimoni ed i funerali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, 101 positivi in Campania. Cinque casi a Santa Maria Capua Vetere: in ospedale un'altra donna

CasertaNews è in caricamento