rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Cronaca Aversa

Movida, raffica di controlli nel locali: sanzioni per 8 gestori

In un caso trovati 80 ragazzi in appena 20 mq

L’ultimo episodio di cronaca avvenuto nella Movida aversana ha acceso di nuovo la polemica sui controlli. Ma, come afferma il sindaco di Aversa Alfonso Golia, “a via Seggio c’è stata una rapina con ferimento, a danno di un 30enne residente in zona; un atto grave, gravissimo di violenza che conferma l’emergenza sociale dei nostri tempi”. Perché, spiega, “eravamo lì su via Seggio, a pochi metri dal luogo dell’aggressione, con la nostra municipale e la polizia di Stato, e pure è successo. Questo evidenzia che il controllo del territorio e la repressione non è l’unica soluzione, anche perché, come dico sempre non avremo mai  un agente per cittadino. Bisogna investire in politiche di prevenzione, servono  nuove politiche educative, promuovere esempi e stili di vita sani, coinvolgendo le famiglie, le scuole, le associazioni, le parrocchie. Tutti insieme”.

Otto locali sanzionati

Il sindaco poi snocciola i numeri dei controlli effettuati nel week end dalla polizia municipale. "Nel corso dei controlli sono stati sanzionati 4 locali, perché in violazione dell’ordinanza comunale avevano attiva la diffusione sonora oltre la mezzanotte; 4 locali, perché in violazione dell’ordinanza comunale non avevano provveduto a chiudere alle ore 1”. Le sanzione applicati a carico degli esercizi commerciali ammontano nel complesso a circa 2mila euro. Un altro esercente in Via Seggio è stato deferito all’autorità giudiziaria perché all’interno del locale sono state trovate due ragazze di età inferiore ai 16 anni a cui era stato somministrato alcol. Le due minori sono state affidate ad un congiunto maggiorenne, sopraggiunto sul posto. Ad un altro esercente, sempre operante in Via Seggio, è stata contestata la violazione dell’ordinanza del Presidente della Regione che vieta assembramenti ed affollamenti: in un locale esteso poco più di 20 metri quadrati c’erano circa 80 giovani, senza alcun distanziamento. Nel corso dei controlli è stato accertato che un locale, già più volte sanzionato per occupazione abusiva di suolo pubblico aveva ottemperato all’ordine di chiusura per 5 giorni, applicato dal Comune di Aversa a seguito delle violazioni accertate.

I controlli in piazza Paul Harris

Nel corso dei controlli la Polizia Municipale ha presidiato la zona sud, in prossimità di Piazza Paul Harris, dove sono stati controllati circa 20 motocicli leggeri, rilevando per altro che quasi tutti i conducenti erano originari dei comuni vicini. Proprio in zona sud, in Via D’Acquisto è stato bloccato un pulmino che, senza la licenza trasportava da un comune vicino una quindicina di ragazzi provenienti da Casal di Principe. Al conducente che per altro ha dichiarato di essere consapevole di essere in difetto, è stata applicata la sanzione di 431 euro ed il ritiro della carta di circolazione. Nel corso delle serate di venerdì e sabato sono state applicate circa 100 sanzioni per sosta irregolare, per un importo complessivo di circa 4 mila euro.

Il sindaco ribadisce: “Tolleranza zero”

Il sindaco Golia ha quindi ribadito “la tolleranza zero per chi vuole  trasformare la sana movida in città “in mala movida”. Come tutti sapete da venerdì sono partiti i pattuglioni dove impieghiamo  oltre il 25% del totale del nostro corpo di polizia municipale a cui si aggiungono gli agenti delle altre forze dell’ordine.  A tutti loro il mio ringraziamento per le attività svolte.  A  chi dice che i controlli non ci sono preferisco rispondere  con i numeri. I numeri ci dicono che i controlli ci sono e ci saranno. I numeri ci dicono anche che ci sono tante persone che non rispettano il codice della strada, e che ci sono imprenditori che non rispettano le regole. Entrambi nemici della città. I numeri ci dicono anche che non va condannata un’intera categoria, perché fortunatamente ci sono tanti imprenditori che rispettano le regole come ci sono tanti avventori che amano divertirsi in modo corretto.  I controlli saranno costanti, continuerò a chiedere più uomini e più mezzi, ma ai furbetti di turno che non siamo riusciti ad individuare avverto che è solo questione di tempo. Chi non rispetta la città e le sue regole sarà multato e chiuso. Non torneremo indietro di un millimetro. Chi vuole divertirsi in modo sano è il benvenuto chi viene con intenzione di fare altro non lo è e non lo sarà mai”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Movida, raffica di controlli nel locali: sanzioni per 8 gestori

CasertaNews è in caricamento