Blitz dei carabinieri sul Monte Massico: sequestrato richiamo per quaglie | FOTO

I controlli della Forestale sul versante sessano: sequestrate anche armi clandestine

Il sequestro dei carabinieri forestale

Nei giorni di preapertura dell’attività venatoria, fissati dal calendario venatorio della regione Campania nelle giornate del 2, 5 e 6 settembre, le stazioni dei carabinieri forestale dipendenti dal gruppo carabinieri forestale di Caserta hanno effettuato diversi servizi mirati al contrasto degli illeciti in materia venatoria. In particolar modo è stato effettuato un servizio consorziato tra vari reparti forestali, sul versante sessano del Monte Massico, dove sono stati scoperti vari illeciti, sia di natura amministrativa che penale.

Tale servizio ha portato al deferimento in stato di libertà di un soggetto, per caccia con mezzi non consentiti, con contestuale sequestro dell’arma, relativo munizionamento e del richiamo vietato, che all’atto dell’intervento dei militari era in funzione riproducendo il verso della quaglia “specie tra l’altro non cacciabile nei giorni di preapertura”. È stato inoltre effettuato un sequestro di un altro richiamo elettroacustico alimentato da un pannello solare, la contestazione di varie violazioni amministrative, per caccia in modalità diversa da quella consentita, mancata annotazione del tesserino regionale e mancata raccolta di bossoli, per un ammontare di 1800 euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Altre irregolarità amministrative sono state accertate dai militari delle stazioni carabinieri forestale di Caserta e di Vairano Patenora. La caccia nei giorni di preapertura è consentita solo ad alcune specie di volatili ben individuate nel calendario venatorio ed esclusivamente in forma da appostamento, non caccia vagante come riscontrato dai carabinieri forestali durante i controlli. La caccia è così normata dalla legge 157/92 che regola il prelievo venatorio con modalità molto stringenti, differenziando la concessione del prelievo per specie e per tempi ben distinti. Nel corso delle operazioni è stato rinvenuto e sequestrato anche un fucile e delle cartucce clandestine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • SPECIALE REGIONALI E' ufficiale: Grimaldi eletto. Nel nuovo consiglio regionale ben 5 uscenti

  • SPECIALE MARCIANISE Abbate sfiora i 9mila voti, Velardi a contatto. Alessandro Tartaglione all11%

  • SPECIALE MARCIANISE Moretta super con 1164 preferenze: cinque donne tra i candidati più votati

  • SPECIALE SANTA MARIA A VICO Tutti i voti e i nuovi consiglieri comunali

  • Maresciallo dei carabinieri investito e ucciso mentre fa jogging: arrestato 21enne

  • I contagi aumentano ancora. Caserta supera Aversa: è la città con più positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento