Contagi sul luogo di lavoro triplicati nel casertano: in un mese 402 casi e 2 vittime

Il dossier dell'Inail sulle denunce di infortunio da Covid 19: in Campania oltre 2mila infermieri colpiti dal virus

Il personale sanitario tra i più colpiti dal virus

Nell'ultimo mese sono triplicati i contagi al Covid 19 sul luogo di lavoro in provincia di Caserta. Lo rivela l'osservatorio dell'Inail che, nel mese di novembre, ha registrato 402 denunce di infortunio sul lavoro da coronavirus in Terra di Lavoro. Un incremento impressionante, rispetto al mese precedente, con una variazione percentuale del 228,4%, la più alta in Campania (segue Salerno con il 223,6% e Napoli con il 120%) e ben più elevata rispetto media regionale che si attesta intorno al 133,6%. Non solo. Nel mese di novembre sono stati registrati anche i primi due decessi dopo il contagio sul luogo di lavoro di pazienti casertani. 

I dati di Caserta

Dall'inizio dell'anno, secondo il rapporto dell'Inail, in provincia di Caserta si sono registratrati 578 casi di coronavirus sul luogo di lavoro, il 10,1% dei 5708 casi regisrati in Campania. Di questi 232 pazienti sono donne e 346 sono uomini. Tra le fasce di età più colpite quelle tra i 35 ed i 49 anni, con 173 denunce di contagio, e quella tra i 50 ed i 64 anni, con 312 denunce di contagio. Mentre sono 78 i casi di Covid tra lavoratori di età compresa tra i 18 ed i 34 anni e solo 15 tra quelli di età superiore ai 64 anni.

I contagi in Campania

A livello regionale rispetto alla data di rilevazione del 31 ottobre le denunce di infortunio sul lavoro da Covid-19 sono aumentate di 3.264 casi (2.100 avvenuti a novembre, i restanti riconducibili a mesi precedenti), gli eventi mortali sono aumentati di quattro casi (tre decessi sono di novembre), per un totale di 29 dall'inizio dell'anno. La Campania nel mese di novembre, in corrispondenza della “seconda ondata” di contagi, registra un incremento eccezionale: più che raddoppiati i casi pervenuti fino al 31 di ottobre (si passa da 2444 a 5708).

I settori più colpiti

In Campania tra i settori più colpiti quello della sanità e dell'assistenza con il 64,3% dei casi, mentre il 7,8% sono lavoratori del commercio ed il 4,6% della pubblica amministrazione. Tra le professioni maggiormente a rischio ci sono gli infermieri, oltre 2000 i contagi tra di loro dall'inizio dell'anno.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ufficiale: Campania in zona gialla. Confermate le restrizioni per il week-end

  • Giovanni a 6 anni debutta su Rai 1 nella fiction ‘Mina Settembre’

  • L'abbandono, poi le lacrime e l'abbraccio: 'C'è Posta per Te' riunisce padre e figlio del casertano

  • Blitz di Luca Abete, scoperta scuola che offre punteggio ai prof in cambio di soldi I VIDEO

  • Un boato in pieno coprifuoco: bomba esplode davanti a tabacchi

  • Schianto frontale, muore padre di famiglia | FOTO

Torna su
CasertaNews è in caricamento