menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Quattro contagi nella stessa famiglia: positivi anche 2 dipendenti delle Poste

Il sindaco chiude l'ufficio per una ulteriore sanificazione

Da zero a sette in meno di 72 ore. E’ il dato del contagio da coronavirus a Pignataro Maggiore. Il paese dell’agro caleno, dopo aver ‘resistito’ a quota zero per sei mesi, adesso si ritrova a fare i conti con ben 5 positività. Dopo la prima (relativa ad un paziente che si era recato ad una visita specialistica all’ospedale di Cassino), ne sono state ufficializzate oggi altre quattro da parte del sindaco di Pignataro Maggiore Giorgio Magliocca. “Sono 4 soggetti appartenenti tutti allo stesso nucleo familiare - ha chiarito - Uno di questi, sintomatico, è dipendente delle Poste e molto probabilmente la sua positività è legata a quella dell'altro dipendente dell'ufficio di Pignataro non residente nel nostro paese (ma a Giano Vetusto, ndr). Ho attivato le procedure previste dal protocollo sanitario nazionale di protezione civile che prevedono i controlli dei vigili urbani, l'assistenza socio-sanitaria della Protezione Civile e dei servizi sociali e la raccolta speciale attraverso la Pignataro Patrimonio. La Prevenzione Collettiva dell'Asl, insieme ai familiari, sta individuando la rete dei contatti diretti tenuti dagli stessi che in ogni caso da almeno 10 giorni erano in quarantena obbligatoria”. Il dato è stato poi aggiornato in serata dallo stesso Magliocca, che ha comunicato altre due positività annunciando la chiusura dell'ufficio postale di Pignataro per una ulteriore sanificazione visto che "un altro dipendente dell'ufficio postale di Pignataro Maggiore è risultato positivo. "I casi positivi salgono pertanto a 7. Sono tutti collegati al primo contagio di persona non di Pignataro riscontrato presso l'ufficio postale".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Linea bloccata sulla Roma-Napoli, centinaia di pendolari "appiedati"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento