rotate-mobile
Cronaca Frignano

L'ex parlamentare casertano a processo col padre di Matteo Renzi

Bocchino rinviato a giudizio per uno dei filoni dell'inchiesta Consip. Alla sbarra anche l'imprenditore Romeo

L'ex deputato di Frignano Italo Bocchino e l'imprenditore di Cesa Alfredo Romeo sono stati rinviati a giudizio nell'ambito di uno dei filoni dell'inchiesta Consip. Con loro a processo anche Tiziano Renzi, papà del leader di Italia Viva Matteo Renzi, ed un altro imprenditore, Carlo Russo. Lo ha deciso il gup del tribunale di Roma Annalisa Marzano. Il processo partirà a metà novembre. 

Renzi senior - prosciolto dall'accusa di turbativa d'asta - dovrà rispondere di traffico di influenze. Nel mirino degli inquirenti l'accordo che avrebbe stabilito con l'imprenditore Carlo Russo che, "sfruttando relazioni esistenti con Luigi Marroni, ex Ad di Consip Spa, relazioni ottenute anche per il tramite (..) di Tiziano Renzi", si legge negli atti, sarebbe intervenuto per "facilitare la Romeo Gestioni" che intendeva aggiudicarsi un lotto della gara da 2,7 miliardi di euro bandita dalla Consip. Dal suo stesso reato dovranno difendersi l’imprenditore Romeo e l’ex parlamentare Bocchino. Romeo risponde anche di turbativa d’asta e corruzione.

In abbreviato il gup ha condannato a un anno l'ex senatore Denis Verdini, l'imprenditore Ezio Bigotti e l'ex parlamentare Ignazio Abrignani per il reato di turbativa d'asta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ex parlamentare casertano a processo col padre di Matteo Renzi

CasertaNews è in caricamento