Bruciano rifiuti, denunciati marito e moglie

La coppia faceva pulizie con il fuoco nell'azienda agricola

(foto di repertorio)

Denunciati per incendio colposo ed illecito ambientale due titolari di un'azienda agricola sita a Maiano frazione di Sessa Aurunca. Il deferimento presso la Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, ad opera della stazione carabinieri di Lauro di Sessa Aurunca, nasce da un accertamento eseguito dai militari a seguito di un incendio verificatosi lunedì sera.

In un terreno adiacente la propria azienda agricola i due coniugi cercavano di disfarsi di materiale inutilizzato come residui di potatura e cassette di polistirolo atte a contenere alimenti, nonché alcuni rifiuti solidi urbani. Hanno accantonato il materiale in un punto aperto sul suolo di loro pertinenza utilizzando il 'fuoco come mezzo di pulizia'. Qualcosa però è sfuggito al loro controllo. Il rogo ha attecchito sulle sterpaglie in prossimità del terreno agricolo per un'ampiezza di circa 30 metri quadrati oltre che vecchi attrezzi agricoli dismessi come una motofalciatrice munita di pneumatici, un piccolo rimorchio agricolo, aratri e rastrelli.

Lambiti dalle fiamme alcuni attrezzi agricoli di grosse dimensioni come un atomizzatore e tosaerba. Il fumo nero e denso, dato dal materiale combusto che si è innalzato, ha reso l'aria irrespirabile. Un pennacchio scuro visibile anche da alcune città laziali a confine con il territorio aurunco. L'odore a base di diossina sprigionatasi nelle cittadine limitrofe ha fatto scattare l'allarme.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Purtroppo i vigili del fuoco di Teano sono stati allertati solo due ore dopo l'origine dell'incendio. I due coniugi, ravvedendosi per l'accaduto, hanno cercato di fornire delle giustificazioni ai carabinieri che non hanno potuto far altro che procedere al deferimento all'autorità giudiziaria. L'area interessata dall'incendio è stata posta sotto sequestro in attesa di disposizioni della Procura sammaritana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lieve aumento dei contagi nel casertano: ecco i comuni più colpiti della seconda ondata

  • Scuole, il 24 e 25 settembre sarà sciopero: si teme nuovo rinvio dell'apertura

  • I contagi aumentano ancora. Caserta supera Aversa: è la città con più positivi

  • Record di nuovi contagi nel casertano: mai così tanti in un giorno

  • Terremoto a 24 ore dalle elezioni. Candidato sindaco indagato per voto di scambio: "Accuse da mitomani"

  • Nuovo boom di contagi nel casertano, ma crescono anche i guariti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento