rotate-mobile
Cronaca Casal di Principe

Sale bingo e gioco d'azzardo nelle mani dei Casalesi, 12 condanne in Cassazione

In 7 condannati per associazione mafiosa, rimodulazione della pena per il figlio di 'Cicciotto e mezzanotte'

Sono state rese note ieri le motivazioni che hanno portato alla condanna di 12 persone nell’ambito dell’operazione della Dda e dei carabinieri del Ros ‘Rischiatutto’, costola dell’inchiesta ‘Normandia 2’ che portò nel giugno 2013 all’esecuzione di 55 ordinanze di custodia cautelare.

L’inchiesta aveva portato a processo 18 imputati, svelando come il gioco d’azzardo abbia rappresentato per la fazione Schiavone del clan dei Casalesi uno tra gli affari illeciti più remunerativi.

La Cassazione ha quindi confermato 12 condanne, mentre ritorna in Appello il processo nei confronti degli imputati Ioana Gurlui Ancuta, Vincenzo Noviello (43enne di Casal di Principe), Epaminonda Noviello (62enne di Casal di Principe) e Nicola Paolella (37enne di San Cipriano d’Aversa).

Massimo Bianco si è visto invece annullare senza rinvio la condanna decisa nel 2016, mentre per il figlio di ‘Cicciotto e mezzanotte’ Raffaele Bidognetti la Suprema Corte ha rimodulato la sentenza. Il figlio del boss è stato condannato a 3 anni e 8 mesi per danneggiamento seguito da incendio.

Con la pronuncia della Cassazione diventano invece definitive queste condanne per associazione mafiosa: 6 mesi in continuazione per il 51enne di Villa di Briano Vincenzo Conte, 3 anni in continuazione per il 59enne di San Cipriano d’Aversa Mario Iovine, 8 anni e 8 mesi per il 47enne di Caserta Antonio Ardente, 8 anni per il 53enne di Casal di Principe Paolo Crovino, 3 anni in continuazione per il 49enne di San Cipriano d’Aversa Raffale Letizia, 9 anni e 4 mesi per il 44enne di Casal di Principe Armando Schiavone, 9 anni e 4 mesi per il 45enne di Modena Carmine Sola.  

Condannato invece per danneggiamento e lesioni a 3 anni e 4 mesi il 35enne di Casal di Principe Mario Barallo, a 4 anni per riciclaggio il 63enne di San Tammaro Angelo Ciancio, a 5 anni per associazione a delinquere semplice il 48enne di Villa di Briano Nicola Della Corte, a 4 anni e 8 mesi per riciclaggio, falso, contraffazione e truffa il 37enne di San Cipriano d’Aversa Alfonso Iacolare, a 5 anni e 4 mesi il 43enne di Casal di Principe Antonio Novielo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sale bingo e gioco d'azzardo nelle mani dei Casalesi, 12 condanne in Cassazione

CasertaNews è in caricamento