rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Cronaca Castel Volturno

Quattro condanne per la "banda delle Smart"

I furti messi a segno al centro Campania, Caserta, Napoli e Roma. I pezzi delle auto venivano messi in vendita su Subito

Quattro condanne nel processo con rito abbreviato conclusosi questa mattina al tribunale di Napoli Nord per i membri della banda accusata di aver messo in piedi un centro di riciclaggio di pezzi delle Smart rubate, per lo più, nel parcheggio del Centro Commerciale Campania di Marcianise, in centro a Caserta, oltre che in nelle province di Napoli e Roma.

Il giudice per le udienze preliminari del tribunale di Napoli Saladino ha condannato Raffaele Nasti, 32 anni di Castel Volturno, ad una pena di 4 anni e 6 mesi; la moglie di quest’ultimo Sara De Scalzi, 29 anni di Castel Volturno, ad un anno, 6 mesi e dieci giorni (entrambi sono difesi dall’avvocato Franco Liguori); Salvatore Barbato, 26 anni di Qualiano a 2 anni e 9 mesi.

Le indagini erano partite dal furto di una vettura modello Smart consumato all'interno del parcheggio del Centro Commerciale "Campania", nel comune di Marcianise. Nel prosieguo delle indagini i Carabinieri hanno individuato le persone arrestate quali responsabili di molteplici furti di veicoli Smart. I numerosi colpi accertati venivano consumati nelle province di Napoli, Caserta e nel comune di Roma; in particolare gli autori, dopo aver individuato le auto da rubare ed agendo con estrema rapidità, si impossessavano delle stesse per poi tornare nella provincia di Casetta a bordo della singola vettura così sottratta. Le auto venivano poi smontate ed i pezzi messi in vendita sul sito "Subito.it".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quattro condanne per la "banda delle Smart"

CasertaNews è in caricamento