menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fermati con 1600 euro falsi in un borsone: 2 condanne

Avevano provato a spenderli fuori regione, ma sono stati fermati

Erano partiti dalla provincia di Caserta alla volta del Lazio dove erano intenzionati a spacciare i soldi falsi che, secondo la ricostruzione di uno degli imputati, avevano acquistato a Caivano.

Ma il loro tentativo finì quasi subito ad Isola dei Liri (in provincia di Frosinone), quando, dopo aver fatto acquisti in due bar, uno degli esercenti si accorge che la 20 euro incassata era falsa ed allerta subito i carabinieri. Visualizzata tramite le telecamere di sorveglianza, la vettura sulla quale viaggiava la coppia casertana, i militari riuscirono ad intercettarli ed arrestarli. All’interno della vettura, nascosti in un borsone da palestra, furono rinvenute 84 banconote da 20 euro, per una cifra complessiva di 1680 euro, che avevano un solo difetto: erano completamente falsi.

Ad un anno di distanza dai fatti (avvenuti nel dicembre 2019), A.B.R., 52 anni di San Tammaro, e F.T., 50 anni di Casagiove, sono stati entrambi condannati dal giudice per le udienze preliminari Scalera del tribunale di Cassino. Il 50enne (difeso dall’avvocato Renato Iappelli) ha patteggiato la pena ad un anno; il complice, invece, con vari precedenti alle spalle, rappresentato dall’avvocato Pasquale Delisati, è riuscito ad ottenere una pena più bassa rispetto a quella invocata dalla Procura (un anno ed otto mesi).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento