rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca Santa Maria Capua Vetere

Minaccia dipendente del negozio per rapina: condannato

Il gup gli ha comminato una pena di 3 anni ed otto mesi

Condannato a 3 anni ed 8 mesi di reclusione Dario M., 31enne di Santa Maria Capua Vetere, resosi responsabile di una rapina commessa il 18 settembre 2021 nel punto vendita al dettaglio per la pulizia “Superemme” in via Generoso Iodice a Santa Maria Capua Vetere.

E’ quanto disposto dal Gup Vincenzo D'Angelo del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere nonostante la richiesta del pubblico ministero a 6 anni e 6 mesi di reclusione.

Dario M., difeso dagli avvocati Gianluca Giordano e Giovanni Plomitallo, nella serata del 18 settembre 2021 si recò presso l'esercizio commerciale di via Generoso Iodice minacciando con un coltello a serramanico con lama da 15 centimetri il cassiere per impossessarsi dell'incasso pari a 1050 euro dileguandosi.

Il 31enne, con plurimi precedenti per reati contro il patrimonio, droga e violenza privata, venne incastrato dai filmati dei circuiti di videosorveglianza dell'esercizio commerciale e tratto in arresto dopo solo tre ore dalla consumata rapina dagli agenti della Squadra Volante del commissariato sammaritano. Il Gup sammaritano accogliendo le tesi difensive ha disposto una condanna più leggera per il recidivo rapinatore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minaccia dipendente del negozio per rapina: condannato

CasertaNews è in caricamento