Fermato con 157 dosi di crack, se la cava con 2 anni ed 8 mesi di carcere

In Corte d'Appello ulteriore sconto di pena per il 22enne

Se l’è cavata col minimo della pena il 22enne di Orta di Atella arrestato nello scorso mese di dicembre a Brusciano mentre era in possesso di 157 dosi di crack.

La Quinta Sezione della Corte di Appello di Napoli ha infatti accolto le argomentazioni dell’avvocato Pasquale Delisati ed ha disposto un ulteriore sconto sulla pena comminata in primo grado (tre anni) portando la condanna a 2 anni ed 8 mesi.

Il ragazzo, F.D.P., fu beccato dai carabinieri in una piazza di Brusciano con 157 dosi di crack, 68 grammi circa, oltre a banconote di vario taglio, ritenute provento dell'attività illecita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vinti 14mila euro nel casertano: centrato un terno al Lotto

  • La Campania può diventare 'zona arancione' nelle prossime 48 ore

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Imprenditore casertano ubriaco alla guida uccide 37enne

  • Il sindaco non ha più la maggioranza: bilancio bocciato. Dopo 18 mesi finisce l'era Golia

  • Altre 8 vittime del virus nel casertano ma i nuovi positivi sono in calo

Torna su
CasertaNews è in caricamento