menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il menage a trois finisce malissimo: ragazza con naso fratturato, l’ex compagna condannata

Calci e pugni al volto dopo aver scoperto il tradimento. L’aggressione fuori ad una chiesa

Aveva scoperto che l’attuale compagna aveva iniziato una relazione con una sua ex fidanzata e questo le ha fatto annebbiare la vista, al punto da aggredirla e pestarla a sangue.

E’ una sorta di menage a trois finito malissimo quello che ha visto una ragazza di 38 anni di Caserta, V. A., finire sotto processo e venire condannata ad un anno di reclusione dal giudice monocratico Auriemma del tribunale di Santa Maria Capua Vetere.

La sentenza è stata emessa nei giorni scorsi. Secondo la ricostruzione della Procura, l’aggressore avrebbe affrontato la sua compagna davanti ad una chiesa e l’avrebbe colpita con calci e pugni al volto, procurandole la frattura del naso, oltre ad escoriazioni ed un trauma al gomito, con una prognosi di 30 giorni.

Inoltre le rivolgeva, successivamente, anche minacce di morte. Nel corso del dibattimento, svolto col rito abbreviato, l’avvocato dell’imputata, Pasquale Delisati, è riuscito comunque ad alleggerire le accuse nei confronti della sua assistita riuscendole a farle ottenere una condanna soft.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento