Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Concorsi nell'esercito passati grazie all'algoritmo: tutti assolti

I concorrenti erano accusati di aver acquistato e rivenduto la "formula magica"

Sono 45 le persone assolte dal giudice monocratico Ferrigno del tribunale di Napoli e coinvolte nell'inchiesta sui concorsi nell'esercito passati con il trucco dell'algoritmo.

Gli imputati erano quasi tutti delle province di Caserta - Santa Maria Capua Vetere, Marcianise, Vitulazio - e Napoli. Tutti erano accusati di ricettazione. Secondo l'accusa avrebbero acquistato e poi rivenduto ad altri concorrenti la formula per rispondere esattamente alle domande del concorso oltre al compendio (la pandetta) per rispondere a tutti i quiz di matematica e logica. Si tratta del filone di inchiesta che riguardava i concorsi nella Difesa (Esercito, Aeronautica e Marina Militare). 

Nel corso del processo i difesori hanno chiesto la derubricazione del reato di  ricettazione in appropriazione di cose avute per errore o caso fortuito, reato procedibile a querela (che in questo caso non c'è stata). Il giudice è andato oltre assolvendo tutti. Nel collegio difensivo sono stati impegnati, tra gli altri, gli avvocati Andrea Piccolo, Daniela De Luca, Anastasia Costanzo, Antonio Russo, Giuseppe Ferraro, Monica Perrotta, Gaetano Argenziano e Giuseppe Tuccillo. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concorsi nell'esercito passati grazie all'algoritmo: tutti assolti

CasertaNews è in caricamento