Cronaca

Fino a 20mila euro per superare il concorso, condannato dipendente del Ministero

La Procura gli contestava tre episodi di millantato credito

E’ stato condannato a 2 anni e dieci mesi di carcere Giuseppe Zarrillo, il dipendente del Ministero originario di Marcianise e residente a Capodrise, coinvolto nell'inchiesta sui concorsi truccati nelle forze armate. E’ questa la sentenza emessa dal giudice per le udienze preliminari del tribunale di Santa Maria Capua Vetere Minio per tre episodi di millantato credito contestati a Zarrillo. La Procura ceca chiesto una condanna a 3 anni col rito abbreviato. 

Le indagini curate dalla Guardia di Finanza permisero di scoprire come Zarrillo  millantava l’agevole conclusione dello svolgimento dei concorsi pubblici della Polizia di Stato e della Polizia Penitenziaria, facendosi promettere, in cambio del suo interessamento, somme di denaro (fino a 20mila euro), prospettando a tal fine la sua capacità di influenzare i pubblici ufficiali deputati alla predisposizione dei test e delle prove di ammissione e, successivamente, di concorso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fino a 20mila euro per superare il concorso, condannato dipendente del Ministero

CasertaNews è in caricamento