Cronaca Sessa Aurunca

Fino a 30mila euro per superare i concorsi: processo bis per 8 imputati

Sono accusati di truffa e millantato credito. Promettevano il superamento delle prove grazie agli agganci giusti nelle forze dell'ordine

Fino a 30mila euro per superare i concorsi nelle forze armate, dalla penitenziaria alla polizia di Stato. Si celebrerà a metà giugno il processo in Appello a carico di 8 persone accusate, a vario titolo, di truffa e millantato credito. 

In primo grado i giudici del tribunale di Napoli Nord hanno condannato Antonio Cassese, 50enne di Pozzuoli, a 1 anno e mezzo di reclusione (con pena sospesa); Enrico Cassese, 54 anni di Giugliano, a 3 anni e mezzo; 5 anni per Carmine Imparato, 53 anni di Sessa Aurunca; 2 anni con pena sospesa per Marianna Ciccarelli, 40 anni di Giugliano; 2 anni con pena sospesa per Salvatore Pagliuca, 54 anni di Aversa; 2 anni con pena sospesa per Giuseppe Garofano, 59 anni di Aversa; un anno e mezzo con pena sospesa per Caterina Grimaldi, 59 anni di Giugliano; 8 mesi per Michele Mastrogiacomo, 58 anni di Giugliano. Un verdetto che è stato impugnato dalle difese che hanno presentato l'atto di Appello. Nel collegio difensivo sono impegnati, tra gli altri, gli avvocati Raffaele Costanzo, Felice Belluomo, Gianluca Di Matteo, Paolo De Angelis e Ferdinando Letizia. 

Cinque delle vittime si sono costituite parti civili. Secondo l'accusa gli indagati avrebbero millantato "agganci" per il superamento dei concorsi pubblici nelle forze dell'ordine - addirittura ai vertici delle amministrazioni interessate - facendosi così consegnare soldi dai familiari dei ragazzi che dovevano sostenere le prove. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fino a 30mila euro per superare i concorsi: processo bis per 8 imputati

CasertaNews è in caricamento