Comunione della figlia non autorizzata: spedito in cella

Aggravamento della misura per Antonio Della Valle. Buffet troppo ricco e persone con precedenti tra gli invitati alla festa dai domiciliari

Una comunione non autorizzata, con tanto di catering e 12 invitati. Questo il motivo per cui la Corte d'Appello di Napoli ha disposto la custodia cautelare in carcere per Antonio Della Valle, 50 anni di Capua, condannato in primo grado a 5 anni e 8 mesi di reclusione per estorsione con il metodo mafioso e contrabbando di sigarette.

Della Valle era agli arresti domiciliari. Lo scorso 27 settembre, presso la sua abitazione, si è svolta la festa per la comunione della figlia della compagna. Se le norme anti Covid non sono state violate (gli invitati erano meno di 20), l'evento ha visto la partecipazione di 7 persone estranee al nucleo familiare, alcune delle quali gravate anche da precedenti di polizia. Circostanza che rappresenta una violazione della detenzione domiciliare. Inoltre, secondo quanto verificato dai carabinieri, era stato allestito un ricco buffet, incompatibile con la dichiarazione Isee attestante un reddito di 4700 euro l'anno. Per questo è stata aggravata la misura custodiale con Della Valle che finisce in cella.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo l'accusa Antonio Della Valle, difeso dall'avvocato Nello Sgambato, insieme al nipote, avrebbe avvicinato il titolare di alcuni campi da calcetto a San Tammaro dicendogli: "Da oggi i prodotti che tieni nella vetrina frigo li dobbiamo consegnare noi. Noi apparteniamo al clan dei Casalesi". Ma l'imprenditore non si fece intimorire e li denunciò. Nel corso delle indagini emerse poi anche un traffico di sigarette di contrabbando che coinvolgeva anche altre persone, finite poi nel mirino dell'Antimafia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz all'alba: 38 arresti. Fiumi di coca, marijuana ed hashish 'coperto' da vedette TUTTI I NOMI

  • Il coprifuoco di De Luca: stop agli spostamenti fra le province, attività chiuse dalle 23

  • Coprifuoco in Campania, De Luca firma l'ordinanza. Tutti a casa dopo le 23 per 20 giorni

  • Nuovo record di contagi in un giorno: 321 nuovi casi e 2 morti

  • Coronavirus, 318 nuovi casi nel casertano: positivo il 20% dei tamponi

  • “Scuole riaperte da mercoledì”, ma De Luca spegne l’entusiasmo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento