Commercianti in piazza contro De Luca. Ma il contagio corre: c'è anche un altro morto | FOTO

Un centinaio di persone ad Aversa per protestare contro coprifuoco e lockdown. Ma tra Gricignano, Cesa, Casaluce, Sant'Arpino e San Cipriano vengono ufficializzati decine di nuovi positivi

La protesta dei commercianti ad Aversa

La prima risposta alle nuove ordinanze restrittive del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca è arrivata da Aversa, dove un centinaio di commercianti, gestori e titolari di locali nel settore della ristorazione si è ritrovata in piazza Municipio per protestare contro il coprifuoco ed il preannunciato lockdown che rischia di tagliare le gambe al settore. “Distruggete il Virus non il nostro lavoro” recita la scritta di uno striscione affisso in piazza dai manifestanti osservati anche dalle forze dell’ordine. Ma intanto i contagi aumentano (mentre i posti letto diminuiscono), soprattutto nell’agro aversano dove, purtroppo, c’è da contare un altro decesso.

A San Cipriano un morto e 106 positivi

Resta difficile la situazione a San Cipriano d’Aversa, dove si conta anche un decesso oltre a 106 persone attualmente positive. A confermarlo è il sindaco Vincenzo Caterino: “A malincuore devo comunicarvi che un altro nostro concittadino è rimasto vittima del virus, esprimo a nome di tutta la comunità vicinanza e cordoglio alla sua famiglia. Circa la situazione del contagio, una buona parte dei casi interessa interi nuclei familiari, quotidianamente registriamo guariti ma purtroppo i contagi non cessano quindi il numero degli attualmente positivi non scende. La situazione a San Cipriano sta diventando davvero pesante, ogni giorno dobbiamo fare i conti con tante richieste di assistenza e di informazioni, un eventuale peggioramento della situazione comprometterebbe anche questi piccoli servizi”.

Boom di nuovi positivi a Gricignano d’Aversa

Situazione ‘pesante’ anche a Gricignano d’Aversa, dove, in serata, al sindaco Vincenzo Santagata sono stati comunicati altri 13 nuovi casi positivi “e sono in attesa del risultato di numerosi tamponi già effettuati. Non voglio creare allarmismi, ma la situazione è grave” ha sottolineato il primo cittadino: “Dobbiamo restare in casa. Uscire solo per le necessità e per il lavoro. Dobbiamo evitare contatti non necessari con altre persone e comunque mantenere sempre la distanza interpersonale di almeno 1 metro”. Attualmente a Gricignano d’Aversa ci sono 59 persone positive monitorate.

A Casaluce 6 casi: due sono bambini

Altri 6 nuove positività sono state riscontrate anche tra i residenti di Casaluce: 3 appartenenti allo stesso nucleo familiare, di cui due minori. “Li ho contattati e sono in discrete condizioni di salute” ha spiegato il sindaco Antonio Tatone, che ha anche annunciato la guarigione di un altro concittadino. A Casaluce, ad oggi, ci sono 31 persone monitorate.

80 positivi a Cesa. “Bilancio impressionante”

Di “bilancio impressionante” parla il sindaco di Cesa Enzo Guida commentando i numeri dei positivi nel suo paese. “Siamo ad 80. Il bollettino dell’Asl ne indica invece 66: ciò perché alcuni contagiati mi hanno comunicato direttamente di esserlo, mentre l’Asl non lo ha fatto ancora. C’è questa differenza, c’è un ritardo di comunicazione. Personalmente aggiorno il bilancio, in base a quello che comunica l’Asl, con grande ritardo, e le segnalazioni che ci arrivano dai diretti interessati. I sindaci stanno perdendo la traccia dei positivi. In queste ore ci stiamo confrontando anche con gli altri sindaci dell’agro aversano, al fine di stilare un documento unitario per evidenziare i problemi che ci sono alla Direzione Generale dell’Asl”.

A Sant’Arpino 10 nuovi positivi e 4 guariti

“Oggi sono 4 i nostri concittadini che sono guariti e usciti dalla quarantena dopo il tampone di controllo. Dieci invece sono i positivi al Covid in entrata. Fra ieri ed oggi risultano altri 10 contagiati in paese”. Lo annuncia il sindaco di Sant’Arpino Giuseppe Dell’Aversana: “In totale arriviamo a 76 contagiati. Tutti i positivi sono isolati in ed in contatto con il loro medico di base e con Asl. I casi con grandi difficoltà fortunatamente finora sono pochi, due sono ricoverati ma sono in condizioni di salute abbastanza buone ed in ambiente sicuro. I dati in mio possesso dicono che la maggioranza dei casi sono asintomatici, i bambini stanno bene, gli anziani positivi con età superiore ai 70 anni sono pochi. La fascia con maggiori problemi sono coloro che hanno un età fra i 55 ed i 65 anni, molti hanno ricevuto infezione sul luogo di lavoro e poi trasferita nel nucleo familiare. Non sappiamo però l’evoluzione della pandemia, serve tantissima prudenza e rispetto delle regole per frenare il dilagare dei contagi. Settantasei positivi è un numero alto ed occorrono comportamenti responsabili”.

De Luca chiama Speranza: "Lunedì proposte al governo"

In serata il presidente della Regione De Luca ha annunciato di aver avuto un colloquio telefonico con il ministro della Salute Roberto Speranza "al quale ho anticipato l'urgenza di istituire un tavolo congiunto Regione-Governo per la definizione di un Piano socio-economico a sostegno di tutte le categorie produttive (dell'industria, del commercio, dell'artigianato, del turismo, della cultura). Sarà chiesto, nel tavolo, anche l'allargamento dei congedi parentali per i genitori di minori e misure di sostegno alle strutture sanitarie private in caso di emergenza posti letto. La Regione invierà a breve una lettera alle associazioni di categoria e alle stesse Camere di Commercio che potranno far pervenire le proprie proposte da sottoporre al Governo, già nella giornata di lunedì prossimo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vinti 14mila euro nel casertano: centrato un terno al Lotto

  • La Campania può diventare 'zona arancione' nelle prossime 48 ore

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Pasticcio zona rossa in Campania, oggi arriva la nuova classificazione

  • Imprenditore casertano ubriaco alla guida uccide 37enne

  • Il sindaco non ha più la maggioranza: bilancio bocciato. Dopo 18 mesi finisce l'era Golia

Torna su
CasertaNews è in caricamento