Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Spunta coltello dopo lite condominiale: scarcerato dopo 48 ore

L'ennesima discussione tra residenti rischiava di finire in tragedia. Il giudice lo lascia libero

L'ennesima discussione condominiale, un coltello che spunta ed un arresto. Sono questi gli ingredienti della notte di follia vissuta al Rione Falcone di Caserta, tra lunedì e martedì, in seguito alla quale è finito in manette S.F., con l'accusa di stalking condominiale. 

Secondo quanto ricostruito, i rapporti tra l'indagato ed un altro condomino, A.B., erano tesi da tempo. Continue discussioni per questioni condominiali ed inerenti il decoro degli spazi comuni. Sta di fatto che lunedì notte, dopo l'ennesimo scontro verbale, S.F. ha preso una lama di 30 centimetri circa con l'intenzione di regolare i conti con il rivale. Sul posto è piombata una pattuglia dei carabinieri che lo ha tratto in arresto, sottoponendolo agli arresti domiciliari con l'accusa di stalking. 

Stamattina, dinanzi al gip Orazio Rossi del tribunale di Santa Maria Capua Vetere, si è celebrata l'udienza di convalida. Il magistrato accogliendo l'istanza del difensore dell'uomo, l'avvocato Daniele Delle Femmine, ha disposto la derubricazione del reato in minacce aggravate non applicando alcuna restrizione a carico dell'indagato. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spunta coltello dopo lite condominiale: scarcerato dopo 48 ore

CasertaNews è in caricamento