Cronaca

Beccato con la cocaina, 51enne ai domiciliari dopo il "processo virtuale"

Il giudice ha convalidato l'arresto, cade la detenzione di armi. Il legale: "Esperienza da remoto replicabile anche per il futuro"

L'aula di tribunale era vuota

Convalida dell'arresto e domiciliari per G.T., 51enne di Sparanise, arrestato per spaccio di droga. E' stato questo l'esito dell'udienza celebrata nell'aula virtuale del programma "Teams" di Microsoft dinanzi al giudice Rosetta Stravino del tribunale di Santa Maria Capua Vetere.

L'uomo era stato arrestato dai carabinieri nel corso della serata di giovedì. Nel corso di un controllo è stato trovato con una dose di cocaina e della somma in contanti di circa 500 euro. Dalla perquisizione domiciliare sono stati rinvenuti altri 13 grammi della stessa sostanza e armi. Il difensore dell'imputato, l'avvocato Salvatore Piccolo, è risucito a dimostrare come quelle armi (una pistola e 4 fucili) appartenessero al defunto padre dell'imputato e che lui non era a conoscenza della presenza delle armi e delle munizioni in casa. Circostanza che hanno fatto cadere l'accusa di detenzioni di armi mentre per la droga il processo riprenderà alla metà di maggio. Il legale ha preannunciato un rito abbreviato.

Si tratta di uno dei primi procedimenti da remoto con il giudice collegato dall'aula del palazzo di giustizia sammaritano, il pm Aniello La Gamba dal suo ufficio, il legale Piccolo dal suo studio e l'imputato dal sito organizzato per la celebrazione delle udienze "on air" nella caserma dei carabinieri di Marcianise.

Un'esperienza che Piccolo ha definito come una "buona misura" che potrebbe essere utilizzata anche in futuro per la celebrazione delle "direttissime, delle udienze di convalida ma anche delle udienze monocratiche". Un sistema che offre anche "la possibilità di condividere documenti in tempo reale con le altre parti", ha concluso il legale. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Beccato con la cocaina, 51enne ai domiciliari dopo il "processo virtuale"

CasertaNews è in caricamento