Il nonno della piccola Chiara in aula contro il pediatra: "Non le controllò neanche la febbre"

Il congiunto della bambina di 4 anni accompagnò la piccola a visita pochi giorni prima del decesso

La piccola Chiara Mirto è deceduta quando aveva appena 4 anni

Stamane altra udienza dibattimentale al tribunale di Santa Maria Capua Vetere nel processo penale a carico del pediatra Eugenio De Felice, il medico che visito’  Chiara Mirto, la bambina di soli quattro anni di Macerata Campania deceduta nel marzo 2015 presso il pronto soccorso pediatrico dell’ospedale civile di Caserta.

Sentito oggi il nonno paterno Marcello Mirto il quale ha raccontato quando accompagno’ per ben due volte la nipotina Chiara dal pediatra di Macerata Campania. La prima volta era un venerdi e aspetto’ fuori lo studio, ma entro’ sua moglie e la bimba nello studio medico. La seconda volta era il lunedi successivo quando entro’ anche lui insieme alla nonna ed alla nipotina. Il testimone ha descritto la visita medica che il pediatra effettuo’ in quella seconda circostanza nei confronti della nipotina che accusava uno strano malessere e stati di svenimenti a singhiozzo. In questa seconda occasione  il dottor De Felice si limito’ semplicemente ad usare una pila ed a vedere la gola della piccola. 

“Non aveva neppure un termometro per misurare la temperatura e nulla piu’ fece, il dottore,  limitandosi a scrivere una ricetta”.  Il medico risponde del reato di omicidio colposo per colpa professionale medica. Nella prossima udienza del 2 aprile del nuovo anno il giudice Marco Discepolo ha convocato, per essere ascoltata come testimone, lo zio della bimba, Massimiliano Mirto, la nonna paterna, Giuseppina Sorbo ed infine il consulente medico legale nominato dall’avvocato Raffaele Crisileo di parte civile, il professore Antonio Cavezza medico legale. Era presente oggi in udienza il pm Nicola Camerlengo, il difensore di parte civile Crisileo ed il legale del pediatra l’avvocato Felice Carbone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tragedia di Raffaella: va in ospedale per una visita, torna a casa e muore

  • Colpo alle poste, i ladri ‘beffati’ dal direttore | FOTO

  • Poste Italiane cerca portalettere nel casertano, ma il tempo stringe

  • Agente si finge cliente e scopre la casa del sesso | FOTO

  • Muore ragazzino di 12 anni dopo essere stato investito in bici

  • Irruzione dei banditi in un altro ufficio postale

Torna su
CasertaNews è in caricamento