Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Il Tar dice 'no' alla centrale elettrica permanente dell'Enel

Il Comune vince la battaglia davanti ai giudici amministrativi

Il Comune di Maddaloni vince la battaglia al Tar Campania contro l’Enel che voleva far entrare in funzione in maniera permanente la centrale turbogas. L’azione era stata bloccata proprio dal Comune che aveva dato parere negativo al rilascio dell’autorizzazione ambientale necessaria. Una battaglia iniziata nel lontano 2011 portata avanti dall’Enel anche contro Provincia di Caserta, Regione Campania e Ministero dell’Ambiente - ma che solo oggi è arrivata a decisione, positiva per il Comune di Maddaloni, rappresentato dall’avvocato Renato Labriola.

“Non risultano reprensibili - scrivono nelle motivazioni i giudici della Terza Sezone, presidente Vincenzo Blanda- le determinazioni negative delle diverse pubbliche amministrazioni in quanto tutte fondate sul superamento per la Centrale del valore Nox, del riscontro nel terreno e nelle acque sotterranee di idrocarburi in concentrazione superiore alla soglia di contaminazione, valori documentati dai riscontri dei competenti organi tecnici. Le valutazioni non sono inficiate, come vorrebbe la ricorrente (Enel, ndr), né dal parere della Commissione Ippc, la quale nella relazione redatta riporta, piuttosto, la problematicità ambientale né dall’inserimento dell’area in piano di bonifica che, al contrario, porta a rafforzata cautela nelle valutazioni di possibili aggravamenti delle emissioni. Nessun elemento probatorio, d’altro canto, ha offerto la società elettrica per sconfessare i dati negativi o la loro effettiva superabilità”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Tar dice 'no' alla centrale elettrica permanente dell'Enel

CasertaNews è in caricamento