menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il cavallo morto nella Reggia di Caserta

Il cavallo morto nella Reggia di Caserta

Cavallo morto alla Reggia, il giallo del ‘chip doppione’

Effettuata l’autopsia: l’animale era in buone condizioni ma con una temperatura del corpo molto alta

E’ stata già effettuata l’autopsia sul cavallo morto mercoledì alla Reggia di Caserta e nei prossimi giorni si attendono i risultati che potranno permettere agli inquirenti di capire le cause del decesso dell’animale utilizzato per trascinare le carrozze dei turisti all’interno del parco vanvitelliano. Da quello che è emerso, le condizioni dell’animale sembravano essere buone: l’unico dato importante è che aveva una temperatura corporea molto alta e questo potrebbe giustificare un infarto dovuto all’afa che in questi giorni ha caratterizzato le giornate di Caserta. 

Dagli accertamenti effettuati dagli agenti della Squadra Volanti della Questura di Caserta, guidata dal dirigente Luigi Ricciardi, e dagli uomini della polizia locale di Caserta, con a capo Luigi De Simone, è emerso che il cavallo era ospitato in un maneggio di Caserta dove sono ospitati alti 7 cavalli che svolgono servizio alla Reggia. Nella struttura è stato effettuato anche un sopralluogo da parte degli inquirenti.

Sul fronte amministrativo, invece, c’è qualche discrasia. Come annunciato dal sindaco Carlo Marino, infatti, l’animale utilizzato per le carrozze nella Reggia di Caserta non era lo stesso che era stato comunicato all’amministrazione del Capoluogo e questo potrebbe portare anche ad una revoca dell’autorizzazione per la donna. Ma non solo. Perché sarebbe emerso anche un piccolo giallo sul chip utilizzato per il riconoscimento dell’animale che, dalle verifiche effettuate dall’Asl di Caserta, sarebbe riferito ad un altro cavallo già deceduto. Verifiche, comunque, sono ancora in corso perché potrebbe anche trattarsi di un refuso.

Tutti gli atti saranno poi trasferiti al magistrato della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere che ha aperto una indagine per maltrattamento di animali. Solo al termine di tutte le verifiche e del recupero della documentazione sarà deciso se portare avanti l’indagine o meno. Intanto il servizio delle carrozze all’interno della Reggia di Caserta resta sospeso, così come deciso dalla direttrice Tiziana Maffei.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Quaterna da sballo ad Aversa: vinti 120mila euro

Attualità

Il Tar annulla l'ordinanza di De Luca sulla chiusura delle scuole

Attualità

I doni ‘Made in Casale’ diventano sponsor della presidenza del Consiglio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento