Pedofilo ucciso, confermato l'arresto dei due killer

In manette un 30enne casertano. Il delitto sarebbe stato commissionato dal padre delle vittime

Giuseppe Matarazzo, il pedofilo ucciso dai due killer

Sono stati i respinti dai giudici della Corte di Cassazione i ricorsi presentati dagli avvocati contro l’arresto di Giuseppe Massaro e Generoso Nasta, i due uomini di Sant’Agata de’ Goti e San Felice a Cancello arrestati nel dicembre 2018 con l’accusa di aver ucciso Giuseppe Matarazzo.

La vittima, 45 anni, era appena uscito dal carcere, dove aveva scontato 11 anni per violenza sessuale nei confronti di due sorelle di Frasso Telesino, nel beneventano, venne ucciso il 19 luglio 2018 dai due a bordo di un’auto, con diversi colpi di pistola esplosi avanti l’abitazione di Matarazzo.

Gli inquirenti incastrarono Massaro e Nasta grazie al segnale Gps, stabilendo che l’auto di uno dei due si trovasse proprio sul luogo del delitto, così come nei giorni precedenti il delitto. Inoltre i due killer vennero inchiodati anche da un testimone che riconobbe Nasta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per il delitto di Matarazzo nel dicembre scorso era stato indagato anche il padre delle due ragazzine vittime degli abusi, ritenuto mandante dei due killer.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donna trovata morta nel letto di casa: aveva 40 anni

  • Bimbo morto, i genitori di Diego rompono il silenzio dopo 5 giorni

  • Coronavirus, Annamaria non ce l'ha fatta. Muore dopo il ricovero

  • Coronavirus, contagiata donna di 40 anni: è in ospedale

  • Malore improvviso, ragazzo di Aversa muore in Spagna

  • Coronavirus, slitta il picco in Campania. "Contagi al massimo tra fine aprile ed inizio maggio"

Torna su
CasertaNews è in caricamento