Hanno abbandonato le tute nella fuga e sono scappati in via Laviano. Indagano i carabinieri

Assalto con l'estintore in sala stampa poi il lancio di sedie. La Casertana stigmatizza. Salta la conferenza con i giornalisti

La sala stampa dopo il raid

Si è trasformato in autentico incubo il pomeriggio dei cronisti soliti a seguire le vicende della Casertana. Convocati per una conferenza stampa indetta dalla società per le 18, i giornalisti erano in attesa che il presidente e gli altri dirigenti raggiungessero la sala ‘Mario Iannotta’ per un ordine del giorno che prevedeva la presentazione del nuovo direttore generale rossoblù Vincenzo Todaro e le strategie da intraprendere in vista dell’immediato futuro.

L'agguato delle 'tute bianche'

Ma è andato tutto a monte poiché qualche minuto prima dell'inizio la sala stampa si è trasformato in autentico campo di battaglia. Due (forse tre) persone mascherate e con tute bianche indosso si sono introdotte nei locali ed hanno seminato il panico: i cronisti in un primo momento vedendo, gli uomini in bianco, hanno pensato che si trattasse di una disinfestazione ma nel breve volgere di pochissimi secondi hanno realizzato l’esatto scopo del raid.

Hanno abbandonato tute e maschere in strada

Gli autori si erano armati di un estintore in dotazione ai locali dell’impianto ed hanno cominciato a spruzzare sui presenti il monossido di carbonio in esso contenuto. Quando l'involucro ha esaurito la sua carica i due hanno cominciato a lanciare contro gli astanti le sedie di ferro presenti in sala. Si è creato un fuggi fuggi generale in cui anche gli autori del gesto hanno trovato la via di fuga, all'interno del prato dello stadio, dove hanno abbandonato maschera e tute bianche e quindi verso via Laviano da dove hanno conquistato l'uscita dall'impianto.

Danni alle apparecchiature e dolori

Intanto i sorpresi ed involontari protagonisti dell'aggressione facevano la conta dei danni. Uno di loro lamentava un colpo allo stinco, mentre due dirigenti della Casertana, restavano contusi uno per il colpo di una sedia, un altro per quello dell'estintore. La sorpresa è stato l'elemento fondamentale che ha impedito agli aggrediti di mettere in atto una qualsiasi forma di resistenza o di controffensiva.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Indagano i carabinieri

La Casertana ha immediatamente allertato il comando dei Carabinieri, intervenuti prontamente per raccogliere le dichiarazioni e per effettuare i rilievi del caso. In serata è arrivato anche un comunicato ufficiale della società che stigmatizza l'accaduto,  rinviando nel contempo a data da destinarsi la mancata conferenza stampa. I giornalisti coinvolti hanno ricevuto anche la solidarietà del Sindacato Nazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • SPECIALE REGIONALI E' ufficiale: Grimaldi eletto. Nel nuovo consiglio regionale ben 5 uscenti

  • SPECIALE MARCIANISE Abbate sfiora i 9mila voti, Velardi a contatto. Alessandro Tartaglione all11%

  • I contagi aumentano ancora. Caserta supera Aversa: è la città con più positivi

  • SPECIALE SANTA MARIA A VICO Tutti i voti e i nuovi consiglieri comunali

  • Terremoto a 24 ore dalle elezioni. Candidato sindaco indagato per voto di scambio: "Accuse da mitomani"

  • SPECIALE ELEZIONI Graziano trascina il Pd ad Aversa. De Cristofaro supera i 1900 voti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento