rotate-mobile
Cronaca Casal di Principe

Case demolite rischiavano il crollo, Troncone: "Famiglie in pericolo"

Travi senza armature e massetto sottopavimento eccessivamente pesante: "Non si potevano concedere proroghe"

Uno degli immobili abbattuti in via Ancona a Casal di Principe rischiava il crollo autonomo. Lo rende noto la Procura in una nota a firma del capo Maria Antonietta Troncone con cui evidenzia l'inidoneità statica e sismica della struttura per la quale si sta procedendo ancora alla demolizione. 

I sopralluoghi dei tecnici, infatti, hanno sottolineato "la carente presenza di armatura d'acciaio in travi, pilastri e nodi strutturali, in particolar modo in travi di calcestruzzo (ed in alcuni casi con totale assenza di armatura). Dall'esame visivo, inoltre, sono state riscontrate altre probabili anomalie tra cui "l'eccessivo peso del massetto sottopavimento sfornito di reti elettrosaldate per la ripartizione di carichi" peggiorate anche dalla qualità del cemento utilizzato. 

I tecnici hanno notato come nelle travi non vi fosse la minima presenza di armatura né longitudinale ai lembi superiore ed inferiore, né trasversale imposta dalla normativa vigente in materia, in condizioni statiche ed a maggior ragione condizioni sismiche. 

Le condizioni critiche dell'immobile, pertanto, lo rendevano del tutto insanabile essendo in una zona sottoposta a diversi vincoli. Inoltre le carenze strutturali ponevano il manufatto in condizioni critiche, a rischio crollo. Per questo, conclude la Procura, la demolizione non poteva essere suscettibile ad ulteriori proroghe. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case demolite rischiavano il crollo, Troncone: "Famiglie in pericolo"

CasertaNews è in caricamento