Cronaca

"Il pentito deve ritrattare", pressioni sull'avvocato: 3 condanne

Volevano spingere il fratello del boss a cambiare versione

Il pentito Domenico Bidognetti

Condannati per le pressioni all’avvocato del pentito dei Casalesi per far “ritrattare” le dichiarazioni accusatorie di Domenico Bidognetti. La Corte di Cassazione ha respinto i ricorsi presentati da Gaetano, Teresa e Cipriano Pagano, tutti di Casal di Principe, confermando dunque le condanne emesse dalla Corte d’Appello di Napoli per il reato di tentata violenza privata. I tre, secondo la ricostruzione della Procura, volevano indurre il difensore di Domenico Bidognetti, fratello del boss dei Casalesi Francesco detto Cicciotto e mezzanotte, a cambiare le dichiarazioni rese alla Dda.

Scrivono i giudici della Cassazione, nella sentenza resa nota pochi giorni fa: “Le condotte attribuite ai ricorrenti erano finalizzate ad interrompere il flusso dichiarativo di Domenico Bidognetti, dato che la collaborazione avrebbe potuto «portare a nuove incriminazioni con il rischio di decapitare in maniera pericolosa i vertici del clan dei Casalesi». L'obiettivo perseguito dagli imputati per i giudici di entrambi i gradi di merito era dunque quello di evitare nuove incriminazione e non quello, allegato dalla difesa, di evitare possibili ritorsioni nei confronti dei familiari”. E per i giudici della Cassazione non sussiste neanche la possibilità della prescrizione, essendo stato il reato gravato dall’aver favorito un’organizzazione mafiosa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il pentito deve ritrattare", pressioni sull'avvocato: 3 condanne

CasertaNews è in caricamento