Cronaca

Estorsione aggravata, condannati Nobis e Cristiano

La sentenza a carico dei due accusati di aver imposto la 'tassa' agli imprenditori

Otto anni e dieci mesi per Salvatore 'Scintilla' Nobis per il reato di estorsione aggravata dalla metodologia mafiosa e cinque anni e dieci mesi per Carlo Cristiano per il reato di tentata estorsione aggravata. Assoluzione per Carlo Cristiano dal reato di associazione di tipo mafioso.

E' quanto disposto dai giudici della Seconda Sezione del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere in composizione collegiale presieduta dalla Dottoressa Loredana Di Girolamo con giudici a latere Dottor Marco Discepolo e Dottoressa Valeria Maisto.

I due erano accusati di estorsioni aggravate dalla metodologia mafiosa commesse ai danni di imprenditori dell'agro aversano avvenute dal 2002 al 2006. In particolare Carlo Cristiano rispondeva di un tentativo di estorsione ai danni di un imprenditore di Cancello ed Arnone avvenuto negli anni 2004 e 2005.

A Salvatore 'Scintilla' Nobis era invece contestata un'estensione avvenuta ai danni di un imprenditore edile di Cesa reiterata nel tempo (dalm 2002 al 2006). Reati per i quali il Pubblico Ministero Luigi Landolfi della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli richiese condanne pari a 16 anni per Salvatore Nobis e 10 anni per Carlo Cristiano.

Nel collegio difensivo sono impegnati gli avvocati Angelo Raucci e Paolo Caterino per Salvatore Nobis e gli avvocati Carlo De Stavola e Rocco Trombetti per Carlo Cristiano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estorsione aggravata, condannati Nobis e Cristiano

CasertaNews è in caricamento