Gli appalti della camorra, Misso dai Belforte per 'raccomandare' l'imprenditore dei Casalesi

Il retroscena svelato dal collaboratore di giustizia: "Intervenni per evitare che i Mazzacane bloccassero i lavori"

Giuseppe Misso

Non solo gli appalti. Essere un imprenditore del clan dei Casalesi significava godere anche di "protezione" quando il lavoro pubblico veniva effettuato 'fuori' dalla zona di competenza del sodalizio camorristico. 

Uno scenario delineato dal collaboratore di giustizia Giuseppe Misso che ha raccontato di un intervento dei Casalesi per intercedere con i Belforte ed evitare che venisse bloccato il cantiere a Marcianise affidato a Raffaele Pezzella, l'imprenditore di Casal di Principe arrestato a seguito di un'indagine della Dda. "Ricordo - dice Misso - di essere intervenuto personalmente per una situazione che riguardava Pezzella che stava effettuando lavori nella zona di Marcianise e quindi di influenza dei Belforte. Parliamo del 2002/2003".

Misso venne a sapere che "Pezzella doveva fare dei lavori, si trattava di lavori pubblici per due o tre milioni di euro che consistevano i fogne o marciapiedi o manto stradale a Marcianise". Così si decise di intervenire "per evitare che Pezzella fosse bloccato". 

Secondo Misso l'intervento del clan "si fondava sul fatto che Pezzella rientrava nella categoria degli imprenditori 'amici del clan' per i quali noi ci spendevamo raccomandandoli presso altri clan quando dovevano lavorare nelle zone di influenza di questi ultimi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Così Misso intervenne personalmente presso i Belforte. "Mi incontrai con Froncillo al quale dissi che Pezzella era nostro amico. Per cui l'imprenditore avrebbe regolato con noi il dovuto e noi casalesi avremmo inviato ai Belforte somme di denaro con cadenza mensile".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • SPECIALE REGIONALI E' ufficiale: Grimaldi eletto. Nel nuovo consiglio regionale ben 5 uscenti

  • SPECIALE MARCIANISE Abbate sfiora i 9mila voti, Velardi a contatto. Alessandro Tartaglione all11%

  • SPECIALE MARCIANISE Moretta super con 1164 preferenze: cinque donne tra i candidati più votati

  • Maresciallo dei carabinieri investito e ucciso mentre fa jogging: arrestato 21enne

  • SPECIALE SANTA MARIA A VICO Tutti i voti e i nuovi consiglieri comunali

  • SPECIALE ELEZIONI Graziano non sfonda a Caserta nonostante i big. Zinzi è il più votato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento