menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Non solo virus", 2 suicidi al carcere di Santa Maria Capua Vetere durante la pandemia

Il dossier di Antigone sulla situazione nei penitenziari: il Covid fa vittime tra gli agenti a Carinola

Due suicidi nel carcere di Santa Maria Capua Vetere nell'ultimo anno e 3 agenti morti per Covid al carcere di Carinola. Sono questi i numeri sulla provincia di Caserta contenuti del dossier di Antigone "Oltre il Virus", sulle condizioni di detenzione nelle carceri italiane. 

Complessivamente in Italia nel 2020 si sono registrati 61 suicidi. Con tre suicidi il carcere dove i detenuti si sono tolti di più la vita è quello di Como (3) seguito da Santa Maria Capua Vetere e Poggioreale (2). La Campania detiene anche il 'record' negativo del detenuto suicida più giovane, un 22enne morto a Benevento. 

L'associazione fa il punto anche sui contagi e sui decessi di persone che avevano contratto il Covid. Sono 18 in Italia i detenuti morti, mentre sono 10 gli agenti penitenziari deceduti, tre di questi a Carinola, in provincia di Caserta, a seguito di un focolaio scoppiato nel carcere il mese scorso. Sul fronte vaccini, Antigone spiega nel rapporto che l'avvio della campagna per la popolazione carceraria della Campania è previsto "per metà marzo". Durante i mesi di pandemia la popolazione detenuta è diminuita in Italia di oltre 7.500 unità, ma preoccupa ancora il dato sul sovraffollamento a Poggioreale. 

Nel dossier, infine, nella sezione dedicata alle torture c'è il caso di Santa Maria Capua Vetere dove ci sono agenti indagati per le percosse avvenute ad aprile. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Una alunna positiva al coronavirus: tornano in Dad due classi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento