Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Tensione in carcere, incendio in una cella: agente ferito da un detenuto

Poco prima della mezzanotte si è accesa una piccola rivolta nelle celle. L'agente costretto alle cure mediche

Nuova notte di tensione al carcere di Santa Maria Capua Vetere dove, poco prima della mezzanotte, è scattato l’allarme per una nuova rivolta di alcuni detenuti nelle celle, con un principio di incendio che ha costretto anche ad allertare i vigili del fuoco. Un detenuto ha infatti incendiato la propria cella, che occupava con un altro uomo, e poi ha anche colpito e aggredito con uno sgabello un agente che era lì per tirarlo fuori dalla cella e per 'salvarlo' dal fumo e dalle fiamme. Sono stati momenti concitati con l'agente che è stato costretto a recarsi al pronto soccorso. Il detenuto invece, mentre si stava avvicinando all'infermeria, è andato su tutte le furie ed ha anche distrutto un ufficio. Fortunatamente la tensione è durata solo qualche minuto e gli agenti della polizia penitenziaria sono riusciti da soli ad eliminare il pericolo rendendo vano anche l’arrivo dei pompieri. 

Pestaggi in carcere, 57 indagati

La tensione, però, regna sovrana nella struttura carceraria di Santa Maria Capua Vetere, soprattutto dopo quanto accaduto giovedì mattina quando i carabinieri hanno effettuato la notifica degli avvisi di garanzia per il pestaggio in carcere del 4 aprile scorso agli agenti della penitenziaria nell’area parcheggio della struttura, mentre si stavano recando a lavoro. Un blitz davanti agli occhi di tutti, anche dei parenti dei detenuti, che ha fatto andare su tutte le furie i poliziotti che si sono sentiti violati nella privacy.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tensione in carcere, incendio in una cella: agente ferito da un detenuto

CasertaNews è in caricamento