menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Travolto ed ucciso, condannato ragazzo di 26 anni

Era alla guida della vettura che ha ammazzato Giovanni Cappabianca e ferito il fratello

Un ragazzo di 26 anni, Domenico C. di Giugliano, è stato condannato a 3 anni e 4 mesi di carcere per omicidio colposo. La sentenza è stata emessa oggi dal tribunale di Napoli Nord. Il ragazzo era accusato di aver investito ed ucciso il 25enne Giovanni Cappabianca di Santa Maria Capua Vetere: nello stesso incidente rimase ferito gravemente anche il fratello gemello Paolo.

I due fratelli erano a bordo della loro Audi quando hanno avuto un incidente con una Citroen. Entrambi, però, sarebbero scesi dalla vettura per controllare le condizioni della macchina dopo il sinistro: è a quel punto che è sopraggiunta una vettura a tutta velocità che li ha travolti. Le conseguenze sono state drammatiche: per Giovanni non c’è stato nulla da fare, mentre Paolo fu ricoverato al reparto di Rianimazione dell’ospedale San Giuliano di Giugliano.

I fratelli Cappabianca erano sull’Asse Mediano quando furono travolti dalla vettura guidata dal 26enne di Giugliano che ha poi scelto di essere giudicato col rito abbreviato. Il giudice del tribunale di Napoli Nord, che ha riconosciuto le attuanti generiche, ha disposto la revoca perpetua della patente e l’interdizione dai pubblici uffici per cinque anni. In aula ad ascoltare la sentenza anche le parti vicili: l'avvocato Giuseppe Cipullo per i genitori di Giovanni, l'avvocato Natalina Mastellone per la sorella ed il fratello.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

'AstraDay', 24 ore di vaccino per tutti a Caserta: ecco come prenotarsi

Attualità

'AstraDay', il sito dell'Asl va subito in tilt per migliaia di accessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento