menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Domenico Belforte

Domenico Belforte

Il capoclan dei Belforte vuole l’uscita anticipata dal carcere

Presentata istanza di revisione del cumulo di pena: fissata l’udienza ad ottobre. Mimì Mazzacane è in cella dal 16 settembre 1998

E’ in carcere ininterrottamente da 22 anni e, secondo le previsioni dei giudici, ci dovrebbe rimanere fino al 2031. Ma Domenico Belforte, capo dei Mazzacane, l’organizzazione criminale egemone su Marcianise e l’hinterland alle porte di Caserta, tenta la carta della scarcerazione anticipata.

Il suo avvocato, Nicola Musone, ha infatti presentato istanza per la revisione del cumulo di pena del boss di Marcianise e ad ottobre ci sarà l’udienza davanti al giudice che dovrà decidere sulla richiesta. Il tentativo è quello di accorciare lo stato di detenzione di Mimì Belforte, che oggi ha 63 anni, ed arrivare alla scarcerazione in tempi brevi.

Una partita non semplice quella che si sta giocando l’avvocato Musone, anche perché stiamo parlando del capoclan di una delle organizzazioni criminali che per anni ha caratterizzato il territorio casertano, taglieggiando gli imprenditori e commettendo omicidi. Un clan guidato proprio da Domenico Belforte (oggi in carcere a Cuneo) e dal fratello Salvatore, poi diventato collaboratore di giustizia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Troppi contagi, il sindaco non si fida: "Le scuole restano chiuse"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Caterina Balivo torna in tv su Rai 1

  • social

    Blue Monday 2021, oggi è il giorno più triste dell'anno

Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento