menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
E poi chi per non restare solo pranza con il pallone come Cast Away

E poi chi per non restare solo pranza con il pallone come Cast Away

Dai canti sul balcone con le pentole al 'Diario di bordo', ecco la quarantena dei casertani

Ricette, musica, colori: la permanenza forzata in casa nel segno dell'ironia e della creatività

Diari di bordo, canti dal balcone, ricette, feste di compleanno condominiali e musica alle finestre o on air. E' varia la "quarantena" dei casertani che ogni giorno devono inventarsi qualcosa di nuovo per trascorrere le giornate in casa per l'emergenza Coronavirus, anche alla luce delle restrizioni sia del Governo che del governatore Vincenzo De Luca che ha impedito anche jogging e passeggiate.

Uno sforzo enorme, quello che ci è stato richiesto, ma che viene mantenuto nel segno dell'ironia e della creatività. Basta guardare i social per rendersi conto di come stiano trascorrendo il tempo i residenti di Caserta e provincia. Ad esempio, Orlando sta aggiornando un "diario di bordo" della quarantena raccontando aneddoti quotidiani come le pause in stile "duello western" con il dirimpettaio con il quale si incrocia per conferire i rifiuti.

Dario, invece, utilizza la sua bacheca per tenere compagnia agli amici virtuali con la musica. Una diretta streaming fatta di riff, assoli e virtuosismi con la sua chitarra elettrica. Molti musicisti casertani imbracciano i propri strumenti per esibirsi ai balconi come i Beatles sul tetto della Apple Corps. Anche il dj casertano Joseph Capriati sta suonando in diretta Facebook. A ciò si aggiungono gli ormai quotidiani flash mob, con l'inno nazionale o varie canzoni, a cui molti stanno partecipando al ritmo di pentole ed applausi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E non manca l'ironia. A San Nicola la Strada, Michele ha intonato il tormentone sanremese di Morgan su una strada deserta chiedendosi, alla fine, dove fosse "Bugo".

Sempre a San Nicola la Strada ieri sera un uomo di 50 anni ha invitato tutti alla sua festa di compleanno, con musica e danze sui terrazzi delle proprie abitazioni per l'intera serata. C'è chi, inoltre, approfittando del tempo libero "forzato" si dedica alla cucina. Irene, ad esempio, da giorni sforna dolci e rustici postando le ricette sui social network.

Molti si stanno dedicando ai lavoretti con i propri figli a casa. Decine sono le foto postate su Facebook ed Instagram, di bambini con i coloratissimi cartelloni #AndraTuttoBene.

Insomma, pur rispettando le distanze e le restrizioni, la maggioranza dei casertani si sta "abbracciando con calore" già oggi, riscoprendo un senso di comunità ed un affetto, spesso sopiti per la routine quotidiana.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Tasso positività schizza al 14%, nel casertano 276 nuovi casi

  • Attualità

    Ergastolo ostativo cancellato. "Così la camorra ha vinto"

  • Cronaca

    Contagi troppo alti, scuole chiuse un'altra settimana

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento