Cronaca

La camorra dei 'Quaqquaroni': in 21 rischiano la condanna

Proseguono le arringhe dei difensori nel processo in Corte d'Appello

Il processo in Corte d'Appello

Proseguono le arringhe dei difensori nel processo d'Appello a carico di 21 imputati coinvolti nella maxi inchiesta della Dda che ha messo in ginocchio i clan Piccolo-Letizia di Marcianise, detti i Quaqquaroni e rivali dei Belforte per il predominio del territorio, e dei Perreca di Recale. 

Nel corso dell'ultima udienza dinanzi alla Corte Partenopea è toccato agli avvocati Giuseppe Foglia, Gaetano Laiso e Mirella Baldascino prendere la parola in aula e provare a sovvertire le tesi della Procura che avevano portato a 21 condanne in primo grado (in abbreviato) per le quali c'è la richiesta di conferma da parte del procuratore generale. Si torna in aula a metà maggio. 

Gli imputati rischiano: 2 anni in continuazione per Fabio Buanno, 56 anni di Marcianise, con una pena complessiva di 7 anni e 4 mesi; 1 anno in continuazione per Luigi Caterino, 69 anni di Casal di Principe, con una pena complessiva di 8 anni e 7 mesi; 1 anno in continuazione per Francesco Antonio Celeste, 34 anni di Caserta, per una pena complessiva di 5 anni e 6 mesi; 6 anni e 8 mesi per Maria Cristiano, 54 anni di Marcianise; 2 anni in continuazione per Pietro De Lise, 48 anni di Portico di Caserta, con una pena complessiva di 9 anni e 4 mesi; 20 anni in continuazione per Andrea Letizia, 43 anni di Marcianise, con una pena complessiva di 30 anni; 26 anni per Antonio Letizia, 50 anni di Marcianise; 8 anni per Giuseppe Letizia (detto Vincenzo), 28 anni di Marcianise; 10 anni in continuazione per Michele Maietta, 36 anni di Marcianise, con una pena complessiva di 12 anni; 13 anni e 4 mesi per Antonio Nacca, 39 anni di Marcianise; 10 anni e 8 mesi per Luigi Noia, 57 anni di Recale; 20 anni per Giovanni Perreca, 59 anni di Recale; 3 anni e 6 mesi per Giuseppe Pettrone, 53 anni di Pignataro Maggiore; 20 anni per Achille Piccolo; 6 anni e 8 mesi per Angelo Piccolo, 39 anni di Marcianise; 6 anni e 8 mesi per Palma Bellopede Piccolo, 42 anni di Marcianise; 10 anni per Domenico Piccolo; 13 anni e 4 mesi in continuazione per Francesco Piccolo, 39 anni, con una pena complessiva di 16 anni e 4 mesi; 20 anni in continuazione per Pasquale Piccolo, 59 anni di Marcianise detto Rockfeller, con una pena complessiva di 27 anni e 6 mesi; 6 anni e 7 mesi per Mario Russo, 34 anni; 9 anni e 6 mesi per Vincenzo Timbone, 45 anni di Afragola.

Nel collegio difensivo sono, inoltre, impegnati gli avvocati Andrea Piccolo, Massimo Trigari, Franco Liguori, Umberto Elia, Nicola Marino, Dezio Ferraro, Nicola Musone, Renato Jappelli ed Angelo Raucci.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La camorra dei 'Quaqquaroni': in 21 rischiano la condanna

CasertaNews è in caricamento