Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Marcianise

Camorra dei Piccolo-Letizia, chieste 21 condanne in Appello

Il procuratore generale invoca la conferma della sentenza pronunciata in primo grado

Il procuratore generale chiede 21 condanne nel processo a carico del gruppo dei Piccolo-Letizia di Marcianise e dei Perreca di Recale. E' quanto accaduto nel corso del processo d'Appello celebrato a Napoli dinanzi alla Seconda Sezione Penale. 

Il pg, nel corso della sua requisitoria, ha confermato tutte le contestazioni mosse dalla Dda a carico degli imputati ed ha invocato la conferma delle pene pronunciate in primo grado dal giudice Cananzi al termine del processo con abbreviato. In particolare il giudice di prime cure aveva inflitto 2 anni in continuazione per Fabio Buanno, 56 anni di Marcianise, con una pena complessiva di 7 anni e 4 mesi; 1 anno in continuazione per Luigi Caterino, 69 anni di Casal di Principe, con una pena complessiva di 8 anni e 7 mesi; 1 anno in continuazione per Francesco Antonio Celeste, 34 anni di Caserta, per una pena compolessiva di 5 anni e 6 mesi; 6 anni e 8 mesi per Maria Cristiano, 54 anni di Marcianise; 2 anni in continuazione per Pietro De Lise, 48 anni di Portico di Caserta, con una pena complessiva di 9 anni e 4 mesi; 20 anni in continuazione per Andrea Letizia, 43 anni di Marcianise, con una pena complessiva di 30 anni; 26 anni per Antonio Letizia, 50 anni di Marcianise; 8 anni per Giuseppe Letizia (detto Vincenzo), 28 anni di Marcianise; 10 anni in continuazione per Michele Maietta, 36 anni di Marcianise, con una pena complessiva di 12 anni; 13 anni e 4 mesi per Antonio Nacca, 39 anni di Marcianise; 10 anni e 8 mesi per Luigi Noia, 57 anni di Recale; 20 anni per Giovanni Perreca, 59 anni di Recale; 3 anni e 6 mesi per Giuseppe Pettrone, 53 anni di Pignataro Maggiore; 20 anni per Achille Piccolo; 6 anni e 8 mesi per Angelo Piccolo, 39 anni di Marcianise; 6 anni e 8 mesi per Palma Bellopede Piccolo, 42 anni di Marcianise; 10 anni per Domenico Piccolo; 13 anni e 4 mesi in continuazione per Francesco Piccolo, 39 anni, con una pena complessiva di 16 anni e 4 mesi; 20 anni in continuazione per Pasquale Piccolo, 59 anni di Marcianise detto Rockfeller, con una pena complessiva di 27 anni e 6 mesi; 6 anni e 7 mesi per Mario Russo, 34 anni; 9 anni e 6 mesi per Vincenzo Timbone, 45 anni di Afragola.

Si torna in aula a metà aprile per le arringhe degli avvocati. Nel collegio difensivo sono impegnati gli avvocati Andrea Piccolo, Giuseppe Foglia, Franco Liguori, Gaetano Laiso, Nicola Marino, Mirella Baldascino, Dezio Ferraro, Nicola Musone, Umberto Elia, Renato Jappelli ed Angelo Raucci.

Tutti gli imputati erano stati coinvolti nella maxi inchiesta sull'attuale pericolosità dei Piccolo Letizia, dalla genesi del gruppo Piccolo, alleato alla Nuova Famiglia di Antonio Bardellino, fondatore poi dei Casalesi, e rivale dei Belforte (legati alla Nco di Raffaele Cutolo) passando per la scissione dei Letizia dai "Mazzacane" in seguito all'omicidio di Biagio Letizia e Giovanna Breda, genitori di Primo e Salvatore Letizia, passati poi nelle fila del clan rivale. Uno scenario che caratterizzò la faida degli anni '90, con numerose vittime da una parte e dall'altra, e che è mutato negli ultimi anni quando il clan, conclusa la stagione di sangue, ha iniziato ad infiltrarsi nell'economia con numerose aziende legate al cartello criminale. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camorra dei Piccolo-Letizia, chieste 21 condanne in Appello

CasertaNews è in caricamento